NUOVO DPCM/ Green Pass anche per il Reddito di Cittadinanza: le anticipazioni

Il Governo sta per varare un nuovo DPCM che ha come oggetto principale l’obbligo di esibire il Green Pass. Il decreto, le cui anticipazioni sono state pubblicate dal Corriere della Sera, dovrebbe prevedere delle eccezioni al dovere di mostrarlo dal primo febbraio in talune attività commerciali e con riferimento a determinati servizi.

I bisogni primari saranno garantiti a tutti: senza Green Pass, sia base che rafforzato, si potrà andare a fare la spesa, entrare in farmacia ed in ospedale, andare dal medico di base e portare gli animali dal veterinario. Non verrà inoltre chiesto all’atto di depositare una denuncia se si è vittima di un reato o per esigenze di tutelare i minori. Si garantiscono quindi i servizi basilari e urgenti, anche se il governo è spaccato sulla lista di attività esonerate, visto che è giunta la proposta di inserire per esempio anche librerie, tabaccai, edicole. Dei problemi potrebbero presentarsi ad esempio nei centri commerciali, che al loro interno contengono negozi di alimentari, ma anche attività di tipo considerato non urgente. Il rischio è creare il caos nell’ambito dei controlli prima dell’accesso, che potrebbero addirittura saltare.

Green Pass per il Reddito di Cittadinanza

Il Green Pass servirà, a quanto sembra, anche per il Reddito di Cittadinanza. La Legge di Bilancio ha introdotto l’obbligo di presentarsi negli uffici pubblici per i colloqui lavorativi, ma al tempo stesso il decreto del 7 gennaio ha disposto l’obbligo di esibire il Green Pass base per entrare in quegli uffici. Ne consegue che, senza Certificazione Verde, decade la possibilità di percepire il Reddito.

Potrebbe anche interessarti