Covid, aumentano i casi: è introvabile il farmaco usato per curare i malati

L’antibiotico Zitromax, il più utilizzato nei casi di Covid è introvabile in Italia. Il farmaco a base di azitromicina manca da giorni nelle farmacie, “ma al momento l’equivalente è ancora disponibile. Servirà verificare se basterà a soddisfare la richiesta, considerando che il brand copre il 50% dell’intero mercato. Non sappiamo come evolverà la situazione“. Lo spiega all’Adnkronos Salute Fiorenzo Corti, vicesegretario nazionale della Federazione dei medici di medicina generale (Fimmg).

Zitromax è introvabile, usato contro il Covid

Negli ultimi due mesi l’uso dell’antibiotico è aumentato a causa della crescita dei contagi. A mancare sarebbe la molecola necessaria per la produzione del farmaco che viene dato insieme agli antiinfiammatori. Zitromax è usato nella terapia contro il Covid per contrastare eventuale complicanze nei malati dovute a batteri, sia con valenza di immuno modulante contro il virus Sars-Cov2.

Tra le possibilità si sta valutando l’utilizzo di un’altra famiglia di antibiotici al posto di questo che manca. L’Aifa, l’agenzia italiana del farmaco, si sta occupando di questo caso.

Dosi booster, Ema preoccupata

L’Ema preoccupata dall’eventualità di una quarta dose ed eventuali ulteriori richiami. E’ stato Marco Cavalieri, capo strategia vaccinale dell’Agenzia Europea per i Medicinali, durante un collegamento video con la stampa avvenuto durante la giornata di ieri. “Non possiamo continuare con booster ogni 3-4 mesi – le parole di Cavalieri riportate dall’agenzia Agi – abbiamo ancora dati sulla quarta dose per poterci esprimere, ma ci preoccupa una strategia che prevede di andare avanti con le vaccinazioni a distanza di poco tempo”. 

Potrebbe anche interessarti