Istat. Covid e turismo: è crollo di presenze in Italia. La Campania tra le più colpite

Istat turismo. Il movimento turistico in Italia nei primi mesi del 2021 è in ripresa ma distante ancora dai livelli registrati nel 2019.

Sono le limitazioni imposte dalla pandemia globale a influire negativamente sugli spostamenti sia tra i residenti che negli arrivi dall’estero all’interno del territorio italiano. E’ quanto emerge da un report dell’Istat.

La media italiana sembra risentire meno rispetto ai maggiori stati europei. Relativamente ai primi 9 mesi del 2021 se si guarda la dinamica rispetto allo stesso periodo di riferimento del 2020 si evidenziano segnali di miglioramento con un sensibile aumento delle presenze (+22,3%) e degli arrivi (+16,2%).

Istat TURISMO IN ITALIA

.A livello territoriale i dati dei primi 9 mesi del 2021 indicano un recupero di presenze più accentuato nelle Isole (+45,1%) rispetto al medesimo periodo del 2020 e nel Nord-Est (+23,8%) mentre soprattutto il Centro Italia mostra una crescita più contenuta (+16,5%) rispetto al dato nazionale del +22,3%.

Il numero di presenze cresce di più in Sardegna (+62,8%), Veneto (48,3%). Friuli Venezia Giulia (+48,2%) Emilia Romagna (+33,3%). Si registrano, invece, flessioni per (Valle d’Aosta -31.2%) Provincia autonoma di Trento (-10,9%), Provincia autonoma di Bolzano (-8,4%) e Lazio -1%.

Se si estende il confronto con lo stesso periodo del 2019, le flessioni più consistenti delle presenze hanno interessato il Centro (-48,8%), le regioni del Nord-Ovest (-44,3%), le ripartizioni del Sud (- 39,1%) e delle Isole (-37,8%), in linea con la media nazionale ( -38%). A livello regionale i cali maggiori per numero di presenze riguardano il Lazio (-73,4%) e Campania (-60,1%).

LE REGIONI PIU’ SCELTE DAI CLIENTI RESIDENTI

Il Lazio e la Campania registrano le flessioni maggiori in termini di quota di presenze dei clienti residenti, passano rispettivamente dalla quinta posizione del 2019 all’undicesima nel 2021 e dalla settima alla dodicesima. Nel complesso i flussi crescono nelle prime 5 regioni: Emilia Romagna,Veneto,Toscana, Puglia e Lombardia dove si concentra circa il 52% delle presenze complessive della clientela residente, quasi 2 punti in più rispetto sia al 2019 che al 2020.

Potrebbe anche interessarti