Calvizzano, richiedenti asilo al lavoro per il Comune. Il sindaco: “Grazie a loro il territorio sarà più curato”

calvizzano richiedenti asilo
Immagine di repertorio

Non solo percettori di reddito di cittadinanza a servizio della pubblica utilità ma anche richiedenti asilo. Nel Comune di Calvizzano, in provincia di Napoli, è stata infatti firmata una convenzione tra la Prefettura del capoluogo partenopeo e il Centro Gama s.r.l per far sì che volontari lavorino per i cittadini.

CALVIZZANO, RICHIEDENTI ASILO AL LAVORO PER IL COMUNE

A dare la notizia è il sindaco di Calvizzano, Giacomo Pirozzi, che spiega sul suo profilo Facebook come funziona tale accordo:

Ho un importante notizia da darvi. Sul territorio di Calvizzano, grazie ad una convenzione stipulata con la Prefettura di Napoli e il Centro Gama s.r.l, i richiedenti asilo, ospitati nelle strutture del territorio, saranno impiegati in lavori di pubblica utilità. I volontari ci supporteranno nell’attività di raccolta differenziata, manutenzione e riordino degli spazi e degli edifici pubblici. Così attuiamo un piano di accoglienza degno che consentirà ai tantissimi giovani che sono approdati a Calvizzano di contribuire al miglioramento delle condizioni del nostro comune. Un primato unico che raggiungiamo grazie ad una straordinaria sinergia istituzionale tra amministrazione comunale e Prefettura di Napoli. Siamo tra i primi comuni dell’hinterland ad inserire nel contesto sociale i richiedenti asilo. Siamo orgogliosi perché grazie al loro impegno quotidiano il territorio sarà più curato. E offriremo servizi pubblici sempre più efficienti. Così potranno contribuire al miglioramento delle condizioni del paese.

Gli sarà pagata l’assicurazione e il trasporto verso i luoghi oggetto delle attività, e li doteremo di dispositivi di protezione individuale per i lavori da svolgere. Oneri minimi e vantaggi per tutti. Per i richiedenti che si sentiranno parte integrante della nostra comunità, per il comune, per il paese. È un’opportunità che la legge ci dà e che siamo contenti di utilizzare. E ad ogni rifugiato rilasceremo un attestato dal quale si evincerà il loro impegno a favore della collettività. Ringrazio S.E. il Prefetto di Napoli Claudio Palomba per il proficuo rapporto di collaborazione stipulato e per il risultato raggiunto, ringrazio l’Assessore alle Politiche Sociali Emma Trinchillo impegnata in prima linea sul tema e tutta l’amministrazione comunale. Insieme, con l’aiuto di tutti, miglioreremo il paese“.

Potrebbe anche interessarti