Sanremo, primo premio a Giovanni Truppi: chi è il cantante napoletano in gara

giovanni truppi sanremo
Ig Giovanni Truppi

Il vincitore del primo premio del Festival di Sanremo è Giovanni Truppi. Il cantante napoletano ha infatti vinto il Premio Lunezia per Sanremo 2022 assegnato in base ai testi delle canzoni in gara. Il 40enne si presenterà sul palco dell’Ariston con il brano dal titolo “Tuo padre, mia madre Lucia”.

È Stefano De Martino, Patron della rassegna battezzata 26 anni fa da Fernanda Pivano e Fabrizio De André, a spiegare le motivazioni che hanno portato a scegliere tra i 25 big il test di Giovanni Truppi:

Componimento raffinato e originale, dotato di peculiarità proprie che lo differenziano dalle ordinarie narrazioni di storie d’amore“.

Il critico musicale Dario Salvatori (membro Commissione del Premio Lunezia) svela qualche particolare in più su ciò che sentiremo:

Merita il Premio Lunezia per la capacità di raccontare un’Italia solo apparentemente minore e perfettamente contemporanea. Dimostrando che è possibile essere un artista indipendente anche a quarant’anni. Anche al Festival di Sanremo“.

SANREMO, CHI È GIOVANNI TRUPPI

Giovanni Truppi nasce a Napoli il 21 febbraio del 1981. Come si può leggere nella biografia presente sul suo sito:

Ha pubblicato cinque dischi: C’è un me dentro di me (2009), Il mondo è come te lo metti in testa (2013), GIOVANNI TRUPPI (2015), la raccolta Solopiano (2017) e Poesia e civiltà (2019), indicato tra i migliori dischi dell’anno dai principali media italiani e dal quotidiano francese “Le Monde”. Nel 2019 ha ricevuto il premio PIMI come miglior artista indipendente dell’anno dal MEI. I suoi brani sono stati impiegati nel cinema, nel teatro e nella televisione. Il suo ultimo lavoro, un Ep accompagnato da un libro di storie a fumetti, uscito nel 2020, si intitola 5“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giovanni Truppi (@giovannitruppi)

Cantautore molto apprezzato, ha collaborato con diversi artisti come Calcutta, La Rappresentante di Lista, Niccolò Fabi e Brunori Sas. Nella serata delle cover canterà ‘Nella mia ora di libertà’ di Fabrizio De André, tratto da Storia di un impiegato insieme a Vinicio Capossela.

Altro importante riconoscimento per Truppi è arrivato in giornata, il MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza, lo ha premiato come miglior artista indipendente.

In un Festival di Sanremo che rispetto allo scorso anno pare segnare un passo indietro verso la restaurazione – dichiara Giordano Sangiorgi, patron del MEI – con una minor presenza di artisti innovativi provenienti dai circuiti indipendenti e una maggiore presenza di artisti storici che avrebbero funzionato meglio come ospiti, il cantautore Giovanni Truppi rappresenta in pieno, sia per i suoi testi che per lo stile musicale che per il suo percorso artistico, la linea della musica indipendente italiana, quella capace di crescere piano piano nel rapporto con i palchi e con il pubblico, sempre piu’ grandi e sempre piu’ ampi, mantenendo intatta la propria integrita’ artistica delle origini e quindi senza compromessi con il mainstream commerciale”.

Potrebbe anche interessarti