Sanremo, Vessicchio spiega perché non c’era le prime tre serate: “Spero di esserci stasera”

Beppe VessicchioNon c’è Sanremo senza Peppe Vessicchio. Persino il Fantasanremo, il gioco che spopola tra i giovanissimi, aveva creato un bonus proprio dedicato a lui. Eppure in questi giorni il direttore d’orchestra nato a Napoli nel 1965 non c’era sul Palco dell’Ariston a dirigere Le Vibrazioni.

VESSICCHIO SPIEGA PERCHÈ NON È A SANREMO

Nei giorni scorsi era stata diffusa la notizia della sua positività e poi guarigione al covid. Tutti quindi si aspettavano di vederlo a Sanremo ma nel momento in cui si sono esibiti le Vibrazioni, Vessicchio non era al suo posto. In tanti hanno fantasticato sul suo stato di salute, ora il maestro spiega all’Agi perché non era presente durante le prime tre serate del Festival:

Sto bene da giorni, l’unico problema è che mi sono negativizzato soltanto ieri. Oggi provo a raggiungere Sanremo, e spero proprio di poter salire anche io questa sera sul palco del Teatro Ariston“.

Smentite quindi le voci su un suo problema di salute, Vessicchio infatti ha sempre dichiarato di essere quasi asintomatico e di avere solo un po’ di raucedine. Sbrigate le pratiche burocratiche, il direttore d’orchestra è in viaggio direzione Sanremo. Stasera dovrebbe dirigere Le Vibrazioni che canteranno ‘Live and let die’, il brano di Linda e Paul McCartney, nella serata delle cover.

Potrebbe anche interessarti