Pozzuoli, inizia l’abbattimento di “Vicienzo a Mare”: al suo posto una piazza con panchine e fontana

Sono iniziati stamattina i lavori di abbattimento di “Vicienzo a mare”, l’edificio che sorge sul lungomare di Pozzuoli e che da 40 anni ne deturpa il paesaggio.

Vicienzo a mare, inizia l’abbattimento

Era un ristorante molto noto della zona flegrea e dismesso nel 1972. All’inizio degli anni Ottanta i nuovi proprietari costruirono un nuovo edificio, mai finito, lasciato alle intemperie per circa 40 anni. Un mostro di cemento che rovina la passeggiata marittima di Pozzuoli.

Come comunicato da una delibera del Comune di Pozzuoli dello scorso agosto, al suo posto sorgerà una nuova piazza affacciata direttamente sul mare, con panchine e una fontana.

Figliolia: “Il sogno diventa realtà

Questa mattina sono iniziate le operazioni di abbattimento del manufatto ex “Vicienzo a Mare” sul lungomare di Pozzuoli. – ha dichiarato il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo FiglioliaPer la città è un evento storico, da ricordare nel tempo. Dopo anni di battaglie e di controversie burocratico-giudiziarie, giungiamo al tanto atteso epilogo. L’ecomostro finalmente va giù e potremo avere una linea di costa libera e pulita.
Noi ci abbiamo creduto fin dal giorno in cui abbiamo inserito il progetto di abbattimento nel Programma PIU Europa e con determinazione siamo giunti alla conclusione più logica che ci poteva essere, nonostante ci fosse chi pensava che l’edificio potesse essere recuperato o rigenerato in chissà quale attività”.

“La nostra visione è questa ed è una visione di armonia e bellezza, – continua il primo cittadino – altro che “deserto” come qualcuno ha affermato! Andava fatto ogni sforzo possibile per eliminare una tale bruttura. Riportare la vita in questo luogo per noi significava poter consentire a tutti di godersi questo angolo del territorio accanto al mare.
Questo scheletro di cemento è stato per anni là, inutilizzato, a mortificare il territorio e il paesaggio. Costituiva oltretutto un pericolo pubblico perché più volte qualcuno ci è salito su mettendo a rischio la propria incolumità. Ora potremo finalmente completare la passeggiata sul lungomare, con un unicum che va da via Napoli ai piedi del Rione Terra. Ringrazio la maggioranza che un anno fa diede il via libera in Consiglio comunale alla demolizione del manufatto e tutti quelli che hanno permesso di giungere a questo risultato.
Il sogno diventa realtà. Guardiamo al futuro con fiducia“.

Potrebbe anche interessarti