Franceschini contro De Luca: “Battute offensive dal sapore maschilista. Farebbe bene a scusarsi”

Il ministro della cultura, Dario Franceschini, ha commentato le dichiarazioni del presidente della Campania, Vincenzo De Luca, sulla lettera indirizzata alla Regione da parte dell’avvocato Annalisa Cipollone, Capo Ufficio Legislativo del Ministero della Cultura.

Franceschini contro De Luca: “L’avvocato Cipollone è una professionista”

Il ministro Franceschini ha considerato offensive le parole del presidente campano, pronunciate nel corso del suo ultimo aggiornamento alla cittadinanza, nei confronti della dirigente. Per tale motivo lo ha invitato a porre rimedio porgendo le sue scuse.

Durante la consueta diretta del venerdì, De Luca, parlando del Pnnr, ha raccontato: “Apprendiamo che il Ministero della Cultura contesta le nostre decisioni di semplificazione. Ci è arrivata una lettera a firma della responsabile dell’ufficio legislativo che contesta le nostre decisioni spiegando alla Regione cosa significa la tutela del paesaggio”.

“Secondo questa dirigente tutto è paesaggio. Le cime dei pioppi cipressini, i rami dei platani. Anche se c’è un accumulo di ecoballe che è diventato parte del paesaggio va tutelato. Io non ho il piacere di conoscere la dottoressa Cipollone che ci ha mandato questa contestazione. Pensate che con le centinaia di dottoresse Cipollone che abbiamo nei vari ministeri saremo in grado di realizzare il Pnnr? Al massimo potremo farci un brodino vegetale, con tutte le ‘Cipollone’ sparse nei ministeri rischiamo di non muovere una foglia”.

Di qui la risposta del ministro Franceschini che, tramite una nota, ha dichiarato: “L’avvocato Annalisa Cipollone, Capo Ufficio Legislativo del Ministero della Cultura, è una professionista di straordinaria competenza giuridica, della cui collaborazione io sono particolarmente orgoglioso”.

“Il Presidente De Luca dovrebbe cercare di utilizzare argomenti giuridici per rispondere alle 18 pagine di parere sulla legge 31/21 della Regione Campania, anziché usare battute offensive, aggravate da un sapore maschilista, di cui credo farebbe bene a scusarsi”.

Potrebbe anche interessarti