Putin attacca l’Ucraina: è guerra. L’appello del senatore Ruotolo: “L’Italia si mobiliti per la pace”

putin ucraina
Foto Fb Sandro Ruotolo

Ha aspettato che finissero le Olimpiadi invernali degli alleati cinesi e poi ha deciso di attaccare. E’ guerra tra la Russia e l’Ucraina con Putin che questa mattina ha lanciato l’offensiva su diverse città: Odessa, Kharvik, Mariupol, Leopoli e nella capitale Kiev. Forti esplosioni si sono sentite in tutta la Nazione con un’invasione che è arrivata anche dalla confinante Bielorussia. Per la prima volta dopo la seconda guerra mondiale, suonano le sirene a Kiev e la gente scappa in auto fuggendo dalla città.

PUTIN ATTACCA L’UCRAINA, IL POST DI SANDRO RUOTOLO

In queste ore si aspetta la risposta degli alleati ma Putin ha già annunciato che punirà severamente chiunque interferisca con la sua idea di occupazione. In Campania folta è la comunità ucraina, persone preoccupate per i propri cari. Sull’escalation di violenza si è espresso anche il senatore Sandro Ruotolo attraverso un post sul suo profilo Facebook:

Sta accadendo quello che non volevamo accadesse: la guerra con la decisione di Putin di invadere l’Ucraina. La guerra nel cuore del continente europeo. E nelle guerre perdiamo tutti. Nessuna guerra è giustificabile. L’Italia e l’Europa si mobilitino per la pace. Anche oggi, nell’ora più buia“.

L’APPELLO DEL PAPA

A nulla è valso l’appello che ieri aveva fatto Papa Francesco:

Vorrei appellarmi a quanti hanno responsabilità politiche perché facciano un serio esame di coscienza davanti a Dio che è il Dio della pace e non della guerra, il Padre di tutti, non solo di qualcuno, che ci vuole fratelli e non nemici“.

Potrebbe anche interessarti