Ad Agropoli nasce il muro della gentilezza: “Chi può lasci, chi ha bisogno prelevi”

agropoli muro gentilezza
Foto fb Comune di Agropoli

Accoglienza e solidarietà sono da sempre le caratteristiche del popolo campano. Nel corso degli anni una citazione
di San Giuseppe Moscati ha fatto nascere panari e caffè solidali, oltre allo scambio di libri. Tutte iniziative unite da un unico filo conduttore ”chi può metta, chi non può prenda”.

AD AGROPOLI NASCE IL MURO DELLA GENTILEZZA

Ora nella città di Agropoli è nato il muro della gentilezza. È il Comune attraverso le pagine social a spiegare di cosa si tratti mettendo in evidenza lo slogan:

«Chi può lasci, chi ha bisogno prelevi». Questo lo slogan che accompagna il Muro della Gentilezza, inaugurato questa mattina in piazza Monsignor Merola. Su richiesta di Daniela Orrico, fondatrice del gruppo Facebook “Te lo regalo se vieni a prenderlo Agropoli – Cilento” è nato questo spazio dove chiunque potrà lasciare indumenti, libri, articoli di cancelleria ed altro materiale, affinché quanti hanno necessità possano prelevarlo. L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Adamo Coppola, con l’assessorato alle Politiche Sociali, retto dall’assessore Maria Giovanna D’Arienzo, si è subito attivata per rendere il Muro della Gentilezza realtà“.

L’AIUTO AI PROFUGHI UCRAINI

Oltre il muro della gentilezza, la comunità è anche al lavoro per aiutare i profughi ucraini. Come fa sapere l’amministrazione comunale:

La comunità ucraina di Agropoli si è riunita questo pomeriggio per chiedere la pace ed esprimere la propria solidarietà verso quanti in questo momento sono rimasti nel loro Paese, minacciato dall’invasione russa. Presso l’oratorio Santa Maria delle Grazie, inoltre, è stata avviata una raccolta di beni da inviare in Ucraina. È stato un momento molto sentito, al quale ha preso parte anche una rappresentanza dell’amministrazione comunale“.

 

Potrebbe anche interessarti