Grave dopo bypass gastrico, Angela: “Mi manca l’abbraccio dei miei figli. Non li vedo da mesi”

Angela Iannotta, la 28enne di Santa Maria Capua Vetere che ha rischiato la vita per un doppio intervento di bypass gastrico, è tornata a parlare della sua esperienza, in attesa dell’ennesimo intervento che dovrà affrontare, confidando di poter ritornare al più presto dai suoi tre figli.

Angela Iannotta racconta la sua esperienza: “Non vedo i miei figli da gennaio”

Dopo il primo intervento effettuato in una clinica a L’Aquila è iniziato il calvario della 28enne che era ricorsa all’operazione con l’obiettivo di dimagrire. Lei stessa, al giornalista Pietro Rossano de ‘Il Corriere del Mezzogiorno’, ha raccontato: “Sentivo un affanno anche per salire le scale di casa, era tutto difficile. Volevo qualcosa dai risultati immediati. Invece piuttosto che risolvere i miei problemi li ho peggiorati e non so cos’altro mi aspetta”.

Dopo ulteriori operazioni e il risveglio dal coma, Angela dovrà sottoporsi ad un altro intervento molto delicato per la ricostruzione dell’esofago e di altre parti interne all’addome. Sarà presa in cura dall’equipe del professor Franco Corcione al Secondo Policlinico di Napoli.

Dalla sua camera dell’ospedale di Caserta, dove è ricoverata dallo scorso febbraio, Angela, temendo di non farcela, ha chiesto alla Procura di Santa Maria Capua Vetere, tramite i suoi legali, di essere sentita al più presto: “Solo io, che adesso posso parlare, conosco i fatti che mi sono accaduti nei minimi dettagli. Ascoltatemi prima che sia troppo tardi”.

La donna, tuttavia, è fiduciosa: “Sono convinta che salterò questo fosso, lo devo ai miei tre bambini. La cosa che mi manca di più è il loro abbraccio. Non li ho più rivisti dal 17 gennaio scorso. Negli ultimi giorni è stata anche una scelta mia, soffrirei nel farmi vedere in questo modo. Loro devono ricordarsi di me com’ero prima. Mia figlia ogni giorno mi domanda ‘mamma quando torni?’ e io le rispondo ‘tra un po”. Provo a non appesantirli”.

Infine conclude con un appello alle donne desiderose di sottoporsi ad interventi del genere: Devono sapere che non è una passeggiata e comporta, a volte, delle complicazioni. Sono molto arrabbiata con il mio medico. Non stavo bene e lui non è stato capace di comprendere la gravità della situazione”.

Intanto era già stato aperto un fascicolo sulla vicenda, a seguito della denuncia presentata dal marito della donna, portando ad iscrivere nel registro degli indagati il chirurgo bariatrico che ha operato per due volte Angela.

Potrebbe anche interessarti