“Romano bast***”: lo scontrino che ha fatto nascere polemiche

Curva della Roma - scontrino

Ha sollevato qualche polemica (e parecchi insulti) un articolo de Il Fatto Quotidiano che parla dello scontrino, emesso dalla pasticceria Marino di Aversa, il quale porta in basso la dicitura “Romano bastardo sei tu”. Il titolare del locale, da sempre punto di incontro per i tifosi napoletani, spiega che l’idea è venuta a suo figlio e ai ragazzi che lavorano lì, una goliardata da parte di ragazzi affezionatissimi alla squadra, che hanno seguito anche a Bilbao.

Di una ragazzata, in effetti, si tratta, anche se molti non se ne sono resi conto dati gli insulti che piovono sui napoletani tutti, insulti che, d’altro canto, aspettano solo il pretesto per scatenarsi. Uno “scherzo” che va comunque condannato, perché mette in mezzo i Romani, cioè gli abitanti di una città intera (i tifosi della Roma si chiamano “romanisti”), perché gli insulti sono sempre brutti, perché è controproducente non fare nulla per non calare la tensione tra le tifoserie azzurra e giallorossa, la cui ultima uscita ignorante è stata lo striscione “De Santis santo subito”, con tanto di simbolo fascista, inneggiante a colui che la Procura di Roma ritiene l’assassino di Ciro Esposito.

Potrebbe anche interessarti