“Non siamo mica a Scampia”, la gaffe del sindaco di San Benedetto del Tronto

Uno scivolone nel bel mezzo di un consiglio comunale: “Non siamo mica al Comune di Scampia! Qui siamo a San Benedetto del Tronto…“. Queste le parole di Antonio Spazzafumo, primo cittadino del comune in provincia di Ascoli Piceno.

Alla trasmissione radiofonica “La Zanzara” (di Radio 24 condotta da Giuseppe Cruciani e David Parenzo), la gaffe del sindaco è stata passata scatenando una polemica a distanza tra San Benedetto del Tronto e Napoli.

Sindaco di San Benedetto del Tronto: la lettera a Manfredi

Sento il bisogno di rivolgere le mie scuse, non era mia intenzione offendere la sua città né tantomeno gli abitanti di Scampia“, ha scritto Spazzafumo in una lettera inviata al sindaco di Napoli Gaetano Manfredi.

Un’area senz’altro afflitta da gravissimi ed antichi problemi ma che sta compiendo, con il supporto delle istituzioni, in primo luogo del Comune, uno sforzo titanico per recuperare una dimensione di normalità“, ha continuato.

Le luci non funzionavano e qui dentro pioveva pure. Allora ho chiesto: fatemi capire, ma che è il Comune di Scampia questo o il Comune di San Benedetto del Tronto?“, ha detto.

Da amministratore locale, peraltro alla prima esperienza — ha aggiunto il sindaco nella lettera — posso immaginare l’impegno che state profondendo quotidianamente per migliorare le condizioni di vita della comunità napoletana, e in particolare dei residenti nei quartieri periferici. La prego di farsi interprete del mio sentimento di profondo dispiacere per quanto accaduto presso la comunità dei residenti di Scampia, a cui esprimo non solo il mio incondizionato e affettuoso incoraggiamento, ma a cui assicuro anche la totale disponibilità a contribuire, nelle forme che saranno ritenute più congrue, alla rinascita civile e morale del quartiere“.

Potrebbe anche interessarti