Dalla Francia a Napoli per una nuova vita: trapianto di rene record per una ragazza

Immagine di repertorio

Per la prima volta al Sud Italia, al Policlinico Federico II di Napoli è stato effettuato un trapianto di rene prelevato il giorno prima e conservato attraverso una macchina di perfusione continua fino all’operazione. La prima paziente a sottoporsi all’intervento è stata una giovane della Campania che per ragioni di lavoro si era trasferita in Francia. A renderlo noto è l’Ansa.

Policlinico Federico II: intervento all’avanguardia per un trapianto di rene

La ‘machine perfusion’, nome del macchinario che consente la perfusione continua degli organi, è in grado di preservare l’organo in attesa del trapianto riuscendo a valutarne anche le funzionalità. Grazie a questa tecnologia d’avanguardia il rene è stato prima conservato per poi essere trapiantato il giorno successivo alla paziente.

Un intervento che ha segnato una vera e propria rinascita per la giovane paziente, ormai rassegnata all’idea di doversi sottoporre a vita alla dialisi. La donazione del rene e il successivo trapianto permetteranno alla ragazza di poter condurre la sua vita serenamente. Un’operazione che conferma l’eccellenza della sanità campana.

La macchina a perfusione è una delle ultime tecnologie acquisite dal Policlinico partenopeo intenzionato a rilanciare le attività di trapianto del rene. Inoltre, per offrire servizi mirati per la salute in generale, la direzione, grazie anche ad uno stanziamento regionale, ha destinato 10 milioni di euro per dotarsi di nuove attrezzature d’avanguardia.

Potrebbe anche interessarti