Altri 113 furbetti del Reddito, alcuni erano ai domiciliari: rubati oltre 800mila euro

Immagine di repertorio

Proseguono i controlli dei carabinieri del Comando Provinciale di Caserta per scovare i cosiddetti ‘furbetti’ del Reddito di Cittadinanza. Sono state denunciate 113 persone che percepivano l’assegno mensile pur non avendone diritto per un danno complessivo di oltre 800 mila euro.

Carabinieri denunciano furbetti del Reddito di Cittadinanza

La verifica ha riguardato l’area domitia, richiedendo l’intervento del Reparto Territoriale di Mondragone e la Compagnia di Sessa Aurunca. Grazie all’esame incrociato tra dati documentali e risultanze acquisite nel corso di specifici servizi, è stato possibile constatare la presenza di numerose irregolarità nelle procedure di dichiarazione del possesso dei requisiti per ottenere il Reddito, sia da parte di cittadini italiani che stranieri.

Nello specifico è stato rilevato che alcune persone percepivano il sussidio pur in presenza di sentenze definitive di condanna per reati. Altre, invece, usufruivano del beneficio presentando false dichiarazioni relative a residenze fittizie allo scopo di sottacere gli altri componenti del nucleo familiare, percettori di Reddito o titolari di beni immobili. Infine, diversi stranieri avevano falsamente autocertificato la loro residenza in Italia, pur essendo irregolari sul territorio, per ottenere l’importo mensile.

In totale 113 persone sono state denunciate. Per loro è stata avviata la procedura di sospensione e la revoca con effetto retroattivo del Reddito. Il danno monetario ammonta a oltre 800 mila euro. Tra le posizioni irregolari emerse figurano 15 persone che ricevevano l’assegno mentre erano ristretti ai domiciliari, tra cui una coppia. Altre 8 persone sono risultate con precedenti per reati comuni.

Il numero dei cosiddetti ‘furbetti’ tende così ad aumentare sempre più. Dal 2021 ad oggi il Comando Provinciale dei Carabinieri di Caserta ha deferito in stato di libertà complessivamente quasi 700 persone per una frode accertata di oltre 3 milioni di euro.

Potrebbe anche interessarti