BOOM DI TURISTI A NAPOLI/ 2 giugno, città invasa da visitatori: tra le più amate d’Italia

turistiÈ di nuovo boom di turisti a Napoli, con la speranza che il flusso aumenti ancora con la scomparsa definitiva dell’emergenza Covid. Confesercenti Campania parla di 160 milioni per il ponte del 2 giugno che avrebbero generato circa 50 milioni di euro di incassi in tutta la regione, con il capoluogo ovviamente a fare da traino.

Numeri importanti ma che potrebbero essere di gran lunga maggiori se le condizioni fossero le ideali: c’è ancora molto da fare su trasporto locale, collegamenti con le altre regioni d’Italia e le nazioni straniere, oltre alla necessità di risolvere problemi fondamentali come il decoro urbano, l’efficienza dei servizi e così via.

Turisti a Napoli e in Campania: i numeri del ponte del 2 giugno

Le presenze di turisti nella nostra regione, dal 2 al 5 giugno, sono 158.450 per un incasso di oltre 19 milioni di euro per le sole attività alberghiere ed extralberghiere (sono 8000 le strutture ricettive aperte in Campania in questi giorni). Il fatturato totale però sale sino a 50,7 milioni di euro in virtù degli introiti dell’indotto (commercio, bar, ristoranti, artigianato, servizi accessori al turismo) di circa 31.6 milioni, con una spesa media pro capite – per il turista – di 50 euro. Napoli ancora una volta in cima alle preferenze, con una presenza di quasi 110mila turisti, con un incasso di 34.9 milioni di euro (13,1 dalle strutture ricettive e 21.8 dall’indotto). Nello specifico in Campania, in questi giorni, secondo il centro studi di Confesercenti, la capienza media è di 70 persone per le 1200 attività alberghiere attive e di 10 per l’extralberghiero (6800 strutture aperte).

“Il turismo è il motore della nostra economia, occorre però aumentare sicurezza, efficienza dei servizi e accoglienza, senza dimenticare le altre attività in difficoltà – le parole di Vincenzo Schiavo, Presidente di Confesercenti Campania – I dati sono ancora una volta confortanti anche in vista dell’estate. Come diciamo da tempo il turismo è il motore trainante dell’economia della nostra regione e per questo motivo dobbiamo rendere sempre più accogliente ed efficiente il nostro territorio. In questo senso spingiamo affinchè nell’utilizzo dei fondi del PNRR debbano assolutamente rientrare i progetti per rendere le nostre città sempre più smart e tecnologiche, per aumentare la sicurezza, per migliorare le infrastrutture”.

“Ad esempio sarebbe importante avere un decoro urbano migliore, con luci, videosorveglianza e bidoni della spazzatura a scomparsa. O per garantire una flotta adeguata di mezzi pubblici e corse anche nei giorni festivi. Il Comune di Napoli, inoltre, mi auguro trovi risorse per assumere di vigili urbani per cercare di controllare meglio e di più la città, contrastando il fenomeno dell’abusivismo, della merce contraffatta o dell’illegalità. Il turista va difeso, accolto e coccolato: Napoli e la Campania devono poter accogliere milioni di turisti 365 giorni all’anno”.

Il presidente inoltre sottolinea l’importanza di non lasciare indietro le altre attività in difficoltà: “L’economia della nostra regione sta risalendo grazie al turismo, ma non si può dire altrettanto di tutte le altre attività: l’abbigliamento, ad esempio, è in grande difficoltà e lo stesso dicasi per la bigiotteria e le gioiellerie. Ecco perché – conclude Schiavo – noi di Confesercenti siamo sempre al fianco delle imprese che stanno soffrendo di più e per questo chiediamo sostegni concreti al Governo, sospendendo o dilazionando il pagamento dei tributi, ad esempio. Ed anche il comparto turistico va sempre e comunque sostenuto da Regione e Governo, affinchè davvero possa diventare il traino dell’intera economia della Campania e del Mezzogiorno”.

Potrebbe anche interessarti