Uomo dato alle fiamme, il racconto del fratello: “Ci ha detto scappa via e porta con te anche mia figlia”

fiamme figlia
Immagine di repertorio

Fa venire la pelle d’oca la testimonianza del fratello dell’uomo dato alle fiamme mentre si trovava seduto su una panchina ed era in videochiamata con la fidanzata. Il 36enne, che è anche padre di una bambina, ha pensato immediatamente a sua figlia e ha chiesto ai suoi parenti di metterla in sicurezza.

UOMO DATO ALLE FIAMME: “MAMMA SCAPPA E PORTA VIA MIA FIGLIA. È CAPACE DI BRUCIARE ANCHE TE”

Nicola infatti una volta capito cosa era accaduto, e avendo visto in faccia il suo aggressore, ha provato a dirigersi verso casa della mamma dove si trovava il fratello Biagio. È stato proprio Biagio a portarlo di corsa in Ospedale e durante il tragitto Nicola gli ha confidato chi lo aveva cosparso di benzina. Poi ha rivolto un pensiero ai suoi cari. Le sue parole sono state riportate da ‘Il Mattino’ con Biagio che ha spiegato:

La cosa più difficile è stato convincere mia mamma. Terrorizzata come non mai. Quella maledetta notte si è trovata di fronte all’improvviso mio fratello completamente nudo, le fiamme avevano carbonizzato sulla sua pelle tutti gli indumenti che indossava. Negli ultimi istanti di lucidità, Nicola le ha gridato: Mamma scappa via, e porta con te anche mia figlia. Quello è capace di venire a bruciare anche te. Se Nicola non è morto, è perché le sue urla sono arrivate fino in cielo, un uomo è sceso con una coperta e gliel’ha buttata addosso, lui si era istintivamente buttato per terra dopo aver fatto pochi passi“.

UN FERMATO

È proprio l’uomo indicato da Nicola ad essere stato sospettato dai Carabinieri che lo hanno portato in caserma e ascoltato per ore. Alla base del gesto ci sarebbe il furto di un motorino in disuso. Il 36enne è stato fermato con l’accusa di tentato omicidio.


Segui Vesuviolive.it su:

Potrebbe anche interessarti