Laurea e veglia per Mariasofia, 27enne morta per infarto: domani avrebbe dovuto sposarsi

Foto Giorgio Zinno

San Giorgio a Cremano non dimentica Mariasofia Paparo, la 27enne morta lo scorso aprile che, dopo il conferimento della laurea honoris causa, nella giornata di domani, 13 luglio, sarà ricordata con una veglia di preghiera nella chiesa di Sant’Antonio di Padova. La scelta del giorno non è casuale: la giovane nuotatrice proprio domani avrebbe dovuto sposarsi.

San Giorgio ricorda Mariasofia: laurea e veglia nel giorno del matrimonio

Soltanto un mese dopo la promessa di matrimonio con il suo futuro marito, la nuotatrice sangiorgese è stata stroncata da un infarto che non le ha lasciato scampo. Ieri, presso l’Università Parthenope di Napoli, si è svolta la commovente cerimonia di conferimento della laurea alla memoria davanti alla madre, alla sorella, alle zie e alcuni colleghi. La commissione le ha attribuito la laurea magistrale in scienze e tecnologie della navigazione.

La ragazza aveva già preparato la tesi che avrebbe dovuto discutere il 28 aprile scorso ma, 17 giorni prima, il suo cuore ha smesso di battere, portando via sogni e progetti futuri. Proprio domani la 27enne avrebbe coronato il suo sogno d’amore sposando il suo compagno.

“Mariasofia avrebbe dovuto sposarsi domani. Nella parrocchia di S. Antonio di Padova, in via Gianturco, ci sarà una veglia alle 20:30. Sarà forse un altro giorno per la famiglia e per chi le voleva bene ma il ricordo, l’impegno e il sorriso della nuotatrice e studentessa sangiorgese resterà indelebile ed esemplare per tutti” – ha dichiarato il sindaco Giorgio Zinno.


Segui Vesuviolive.it su:

Potrebbe anche interessarti