Patente per la moto, addio all’esame di guida: ora basterà solo un corso

patente moto esame
Patente moto esame

Rivoluzione per la patente moto. Chi vorrà prendere quella per la categoria A3 che permette di guidare le due ruote senza limitazioni di cilindrata o potenza potrà farlo senza l’esame pratico di guida.

Patente moto: da Ferragosto si potrà prendere senza esame

Per conseguirla sarà sufficiente seguire un corso nelle autoscuole della durata minima di 7 ore, ma questo iter non sarà valido per tutti, ma solo per chi è già in possesso della patente A1 (conseguibile dai 16 anni) o A2 (conseguibile a 18 anni).

A stabilirlo è il Decreto Infrastrutture-Bis approvato dal Senato cn la motivazione principale di sveltire le pratiche e, soprattutto, risolvere il problema della carenza di personale delle Motorizzazioni.

Ad oggi chi è in possesso di patente A1, può, una volta compiuti i 18 anni, ottenere la patente A2 sostenendo un esame pratico di guida. per chi ha l’A2: dopo due anni dal suo conseguimento può, sempre sostenendo un esame pratico, ottenere anche la licenza di guida A3.

Dopo Ferragosto, invece, i possessori della patente A1 o A2, trascorsi rispettivamente due anni dal conseguimento potranno aggiornare la licenza di guida ad A2 o A3 frequentando un corso che prevede una parte teorica e pratica della durata minima di 7 ore.

Decreto Infrastrutture-Bis, normativa patente moto

La nuova normativa entrerà in vigore il 15 agosto, infatti il Decreto Infrastrutture-Bis che la contiene, già approvato al Senato, dovrebbe passare senza intoppi anche alla Camera.


E’ stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 185 del 9 agosto 2022 il decreto legge n. 115 2022 cd “Aiuti bis” recante Misure urgenti in materia di energia, emergenza idrica, politiche sociali e industriali. Il provvedimento è entrato in vigore il 10 agosto 2022. In particolare il provvedimento conta 33 articoli

Potrebbe anche interessarti