Bonus bollette a Napoli, fino a 400 euro a famiglia: come richiederlo da domani

bollette
bollette

Il Comune di Napoli, per sostenere le famiglie colpite dal caro bollette, ha lanciato un nuovo bonus utenze: sarà possibile richiederlo a partire da domani, 10 ottobre 2022.

Napoli, bonus bollette: come richiederlo

Il sindaco Gaetano Manfredi, attraverso un post diffuso su Facebook, ha ricordato alla cittadinanza: “Abbiamo stanziato oltre 8 milioni di euro per aiutare le famiglie e i cittadini napoletani che hanno maggiori difficoltà ad affrontare il pagamento delle utenze. Come amministrazione abbiamo fatto la nostra parte, ora attendiamo che il Governo dia risposte concrete ed efficaci per fronteggiare il caro bollette”.

Il beneficio è rivolto ai cittadini residenti nel territorio partenopeo in possesso di un’attestazione Isee ordinario o corrente, in corso di validità il cui valore non sia superiore a 7.000,00 euro e con almeno una bolletta intestata. Il contributo corrisposto va da un minimo di 150 euro ad un massimo di 400, in base al numero di componenti del nucleo familiare. Il contributo arriverà direttamente sul conto corrente del richiedente.

E’ possibile fare richiesta a partire da domani. Potrà essere effettuata dall’interessato, se in possesso di SPID, collegandosi al sito istituzionale, attraverso l’apposita sezione “Bandi Sociali” del Comune di Napoli, oppure tramite CAF, esclusivamente attraverso modalità digitale, previa compilazione della delega al CAF e delle dichiarazioni relative al possesso dei requisiti necessari per accedere al beneficio, che saranno soggette a controlli.

Oltre al documento di identità del richiedente e dell’eventuale delega al CAF sarà necessario allegare l’ISEE ordinario o corrente in corso di validità, una bolletta intestata ad un componente del nucleo familiare (gas, energia elettrica o acqua), contratto di locazione o altro titolo di occupazione dell’alloggio a cui le utenze sono riferite.

Sarà possibile presentare domanda fino al 15 novembre 2022. L’erogazione partirà soltanto al termine della raccolta e della istruttoria di tutte le domande pervenute e della formazione della eventuale graduatoria. Sul sito del Comune è stato pubblicato anche l’elenco dei CAF a cui potersi rivolgere per la compilazione della domanda.


Potrebbe anche interessarti