Napoletano col reddito di cittadinanza rifiuta lavoro da 2mila euro, Giletti: “Vada a lavorare!”

Offerta di lavoro rifiutata in diretta tv a La7, Massimo Giletti: “Si tiri su le maniche e vada a lavorare!“.

Offerta di lavoro rifiutata in diretta tv

Ho lavorato sei anni consecutivi senza un giorno di riposo in una ditta di rifiuti, con 15 contratti rinnovati a tempo determinato. Ora è stato bandito un concorso da Asia, al posto di assumere persone come me. Ho dovuto rispondere ai quiz con domande su Salah e non ce l’ho fatta. C’erano laureati e persone molto più preparate su questi argomenti“, denuncia un percettore del Reddito di Cittadinanza in diretta da Napoli a L’Arena di Massimo Giletti.

In collegamento anche una nota imprenditrice bresciana che dopo aver ascoltato lo sfogo dell’ex operatore ecologico gli ha offerto un lavoro nella sua azienda: “Venga a lavorare da noi, voglio assumerla, perchè non c’è mai stato nella mia azienda nessun dipendente che non ha mai fatto una assenza in sei anni. Mi creda, l’offerta che le sto facendo ora è reale. Di solito per questo lavoro diamo 1800-2000 euro“.

La risposta del percettore del Reddito di Cittadinanza napoletano è stata: “Signora, vada a cercarli nei centri per l’Impiego come dice la legge. Io sono napoletano e il vestito da emigrante non lo metterò mai. Lo abbiamo messo per 160 anni. Perchè non lo cerca a Brescia? Ci sono anche lì i percettori del Reddito. E’ una scostumatezza questa offerta“.

Giletti: “Vada a lavorare!

Massimo Giletti, alla fine conclude chiudendo il collegamento da Napoli, dopo l’intervento dell’imprenditore napoletano Enrico Schettino (proprietario della catena Giappo) che ha detto di vergognarsi delle parole dei due signori napoletani: “Si tiri su la maniche e vada a lavorare! Non si insulta chi offre lavoro!“.


Potrebbe anche interessarti