Covid e influenza stagionale, a Napoli partono le vaccinazioni concomitanti: dove farle

napoli vaccinazioni covid antinfluenzale
A Napoli vaccinazioni covid e antinfluenzale

A Napoli proseguono le vaccinazioni contro il covid che possono essere somministrate in concomitanza a quella antinfluenzale. A confermarlo è Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl Napoli 1 centro, intervenuto questa mattina su Radio Club91, durante la trasmissione Barba & Capelli di Corrado Gabriele.

Napoli, vaccinazioni contro il covid e antinfluenzale

“I numeri sono sotto controllo ma l’attenzione è alta. Le vaccinazioni per il covid proseguono, possiamo inoculare la quinta dose ai soggetti con una marcata compromissione immunitaria, persone di età maggiore di 60 anni con una fragilità motivata, e la quarta dose a tutti i maggiori di 12 anni che non l’hanno ancora fatta” – ha dichiarato Verdoliva.

Quanto alla copertura per l’influenza stagionale ha detto: “Non vanno dimenticate le vaccinazioni antinfluenzali. E’ di fondamentale importanza, soprattutto nei soggetti ad alto rischio di tutte le età, sottoporsi alla vaccinazione antinfluenzale e anti-covid. E’ possibile la somministrazione concomitante (o a qualsiasi distanza di tempo, prima o dopo). Possono essere somministrate nei centri vaccinali, nei distretti sanitari e dai medici di base. Per il covid, le farmacie continuano a vaccinare”.

Nel frattempo le strutture sanitarie tornano progressivamente alle attività pre-covid: “Il covid center è stato chiuso la scorsa settimana per trasformarlo e metterlo al servizio della rete ospedaliera. Il covid residence lo abbiamo chiuso perché per fortuna non avevamo ospiti da alcune settimane. Le risorse sono state dirottate ad altre attività”.

“Attiveremo la rete Ictus h24 ed entro fine dicembre la terapia intensiva neonatale. L’ospedale del Mare si sta caratterizzando come presidio importantissimo, anche per il territorio di competenza della Napoli 3. Con la piastra del trauma siamo un riferimento per il politrauma maggiore, per la chirurgia toracica e anche per l’infarto. In pronto soccorso abbiamo avviato in via sperimentale un ambulatorio per i codici di bassa intensità, una strada che potrebbe essere quella giusta per alleggerire i pronto soccorso della città di Napoli”.

Infine, ha trattato il tema dei controlli effettuati all’interno degli esercizi commerciali della città: “Stiamo girando piazze, strade e ristoranti con l’obiettivo di garantire la sicurezza alimentare per tutti i prodotti destinati al consumo. Nella stragrande maggioranza dei casi, il rispetto delle regole, seppure complesso, c’è. Ma troviamo anche situazioni da sospendere”.


“Nei pronto soccorso rileviamo accessi con crisi da intolleranza. Ci sono pizzerie che offrono linee senza glutine mentre il glutine c’è. Sono cose gravissime. L’intenzione non è colpire il commercio ma garantire la qualità e il rispetto delle norme al servizio degli utenti” – ha concluso.

Potrebbe anche interessarti