Ospedale Santobono in ampliamento: nuove sale operatorie. Tutto quello che sarà fatto

Ospedale Santobono
Ospedale Santobono

Ospedale Santobono Pausilipon in ampliamento. Con apposita determinazione, il Comune di Napoli autorizza in deroga allo strumento urbanistico generale, l’istanza presentata dal presidio ospedaliero volta ad interventi di nuova costruzione.

Ospedale Santobono Pausilipon, ampliamento. Cosa sarà fatto

In particolare sono previsti questi interventi:

’adeguamento funzionale e strutturale del blocco operatorio sito al primo piano del “Padiglione Ravaschieri” mediante l’ampliamento volumetrico per la realizzazione di percorso sporco e la chiusura della pergotenda, delle pensiline e della passarella di collegamento con il reparto di neurochirurgia al piano secondo (lotti 5/6/7);
la costruzione di 4 corpi di fabbrica a blocco da 1 a 3 livelli fuori terra da destinare a deposito dei farmaci, a centro unico di prenotazione (Cup), a direzione sanitaria ed elaborazione dati e ad accessorio di servizi del Cup (lotti 1/2/3/9);
l’installazione di prefabbricato con struttura autoportante per il nuovo blocco operatorio collegato alla degenza con passarelle.

Santobono Pausilipon. Il Padiglione Ravaschieri

Il Padiglione Ravaschieri, ha una struttura muraria risalente agli anni ’60 ed ospita la maggior parte delle degenze chirurgiche ed il blocco operatorio composto da cinque sale. La struttura sarà oggetto di un intervento di ristrutturazione ed adeguamento funzionale per rispondere alla normativa vigente in materia di requisiti minimi anche strutturali, nonché funzionale in quanto prevederà una migliore organizzazione delle nuove sale operatorie. Per continuare a garantire l’assistenza al vasto bacino di utenti e per non interrompere un servizio pubblico è prevista la edificazione di un volume integrativo, idoneo ad accogliere definitivamente quelle
sale operatorie che sono oggetto di lavori per la realizzazione del nuovo Blocco Operatorio.


Potrebbe anche interessarti