La storia di Napoli in TV, da Parthenope alla splendida Neapolis: quando e dove vederla

rai storia napoli
Su Rai Storia una puntata dedicata a Napoli

Il 14 novembre 2022, alle ore 21:20, su Rai Storia andrà in onda Italia, viaggio nella bellezza con una puntata speciale dedicata alla storia di Napoli. Ancora una volta le bellezze della nostra terra saranno trasmesse in televisione, a partire dalle origini della città e del suo immenso bagaglio storico e culturale.

Sulla Rai Storia una puntata dedicata a Napoli

“Cosa c’era a Napoli prima di Napoli” – è questo il quesito che verrà risolto nel corso della puntata, attraverso le spiegazioni degli archeologi impegnati da decenni a scavare nelle viscere della città. Saranno trattati i diversi eventi che hanno permesso di rivelare l’esistenza, a diversi metri di profondità, del primo nucleo abitativo:  Parthenope, antichissimo insediamento greco risalente al VII sec. a.C. da cui prenderà vita la splendida e rinomata Neapolis, città che anche sotto il dominio romano conserverà il suo legame con la Grecia.

Ne sono testimonianza le strade dell’attuale centro storico della città: via dei Tribunali, via di San Biagio ai Librai, via Anticaglia, le loro intersecazioni, combaciano con gli “stenōpói” e le “platêiai” della città greca. Un antico reticolo di strade che ancora oggi rappresenta il cuore pulsante di Napoli.

Tracce visibili dell’antica Neapolis che, tuttavia, si rivela anche nel lato più oscuro e nascosto della città, investendo il sottosuolo partenopeo: è il caso dell’ipogeo dei Cristallini, esempio di necropoli greca riportata all’antico splendore da un lavoro di restauro e manutenzione del giugno 2022.

Nel corso della puntata gli spettatori saranno condotti anche nei depositi archeologici di Santa Maria Agnone e di Piscinola, che conservano le prime testimonianze di Parthenope, manufatti e tracce della presenza greca, oltre a due splendide imbarcazioni di epoca romana ritrovate durante gli scavi alla nuova linea della metropolitana. Un vero e proprio viaggio all’indietro nel tempo che, attraverso le recenti scoperte, consentirà al pubblico di ripercorrere le origini della città di Napoli.


Potrebbe anche interessarti