Il ministro dell’Istruzione vieta i cellulari in classe: “Lezioni senza distrazioni”

Giuseppe Valditara Ministro dell'Istruzione
Giuseppe Valditara, il Ministro dell’Istruzione vieta i cellulari in classe

Si è insediato da poco tempo il ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara, ma è già protagonista di alcune dichiarazioni che fanno discutere. In una intervista rilasciata al programma Il Confronto di Rai 2 ha affermato che uno dei suoi primi interventi sarà quello di togliere “Via i cellulari dalle classi nelle ore di lezione”. Valditara vuole che “nessuna distrazione” possa influire su docenti e alunni.

Il ministro dell’Istruzione vieta i cellulari in classe e vuole togliere il Rdc a chi non ha studiato

Nel proprio programma vi è anche la volontà di togliere il Reddito di cittadinanza ai giovani che non hanno portato a termine il percorso scolastico obbligatorio: “Devono colmare il gap o perdono il reddito”. La formazione è tra l’altro uno dei pilastri della nuova riforma che ha stabilito l’abolizione totale del Reddito di cittadinanza a partire dal 2024, e l’abolizione per la categoria degli occupabili già nel 2023 con l’obbligo per i percettori di seguire dei corsi di formazione orientati all’entrata nel mercato del lavoro. Altre misure di assistenza economica saranno introdotte per i fragili.

Lavori socialmente utili per i bulli

Giuseppe Valditara ipotizza anche i lavori socialmente utili per gli studenti colpevoli di bullismo e violenza. Secondo il ministro si tratterebbe di una punizione in grado di rieducare i giovanissimi al rispetto del prossimo, consentendo dei interiorizzare quei valori che nella quotidiana si esprimono con un comportamento adeguato e civile. Anche l’edilizia scolastica dovrebbe essere al centro di provvedimenti mirati.


Potrebbe anche interessarti