Assunti 200 spazzini a Napoli: ci sono anche 12 laureati. Presto altre 300 assunzioni

ASIA assunti
ASIA assunti. Foto di Comune di Napoli

Asia. Assunti ufficialmente i primi 200 vincitori del concorso indetto dalla ditta che gestisce il servizio di Igiene Urbana nella città di Napoli. Tra questi anche 12 laureati.

ASIA. Assunti 200 spazzini. La nota del Comune

Formalizzata con una cerimonia in Sala dei Baroni al Maschio Angioino l’assunzione i primi vincitori del recente concorso ASIA. Siglato, dunque, il contratto per i primi 200 vincitori (entro aprile entreranno in organico gli altri 300) del concorso, il primo nella storia recente della municipalizzata napoletana che darà lavoro in totale a 500 unità di diverse età, genere ed esperienze lavorative, ma soprattutto, contribuirà a potenziare l’offerta dei servizi di igiene urbana.

Presenti il Sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, l’Assessore all’ambiente Paolo Mancuso e l’Amministratore Unico di Asia Domenico Ruggiero. A margine della cerimonia Asia ha assegnato un riconoscimento ad un proprio dipendente che negli ultimi anni si è distinto per dedizione e impegno.

Le parole del sindaco Manfredi

“Oggi è una giornata importante in questo percorso di rilancio e di trasformazione di Asia e soprattutto di miglioramento dell’igiene urbana in città. Per farlo siamo partiti dalle risorse umane con un grande concorso assolutamente trasparente”. Così il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi. ”Abbiamo dimostrato che a Napoli si possono fare cose importanti in tempi rapidi, che si può dare lavoro alle persone e senza alcuna interferenza. Con la riorganizzazione dei servizi e il potenziamento del personale riusciremo, insieme ai cittadini, ad avere una Napoli più pulita, organizzata e ordinata. Ho detto ai neo assunti di avere l’orgoglio di essere dipendenti pubblici e del Comune: dobbiamo partire dalla valorizzazione del capitale umano, abbiamo tanti concorsi in atto, è l’unica strada possibile per migliorare i servizi e la qualità dell’amministrazione partendo dai giovani che finalmente possono dare un contributo alla città con un impiego stabile e conquistato con le loro forze e avviare un’attività personale professionale e familiare”.


Potrebbe anche interessarti