Abbattuto immobile abusivo a Castel Volturno. La spiaggia torna ai cittadini

Abbattuto immobile abusivo
Abbattuto immobile abusivo

Abbattuto immobile abusivo a Castel Volturno. Continua l’impegno della Regione Campania contro l’abusivismo che nei decenni passati ha devastato i nostri territori, creando veri e propri obbrobri dal punto di vista ambientale e mettendo, spesso, a rischio l’incolumità dei cittadini. Dopo il piano di demolizioni di edifici abusivi fatiscenti e bonifica del lungomare di Castel Volturno del maggio del 2019 finanziati con 200mila euro, è partito quest’anno un nuovo e più corposo programma di lavori con gli abbattimenti di 9 ruderi nelle località di Bagnara e Pescopagano per un ammontare di 700mila euro. Gli interventi, rientranti in uno specifico Protocollo d’Intesa per l’area di Castel Volturno sottoscritto nel 2018 dalla Regione, restituiscono alla fruizione dei cittadini e dei turisti un ampio arenile.

Non bisogna dimenticare che lo stesso comune rientra nell’area target del Masterplan del Litorale Domitio- Flegreo per il quale sono in corso iniziative di programmazione e sono attivi progetti come la riqualificazione dell’Oasi dei Variconi “Itinerario ciclabile dall’Oasi dei Variconi ai Regi Lagni” previsto nel programma di rigenerazione dei Beni Culturali del Masterplan proposto dalla Regione Campania e finanziato per 2 milioni di euro.

Abbattuto immobile abusivo. Le parole di Vincenzo De Luca

“Davvero una bella mattinata, da Castel Volturno è arrivato un messaggio chiaro: la Regione Campania finanzia e sostiene i programmi contro l’abusivismo. Da oggi in poi chi pensa di continuare a costruire in aree demaniali, o sui greti dei fiumi, oppure ancora in aree idrogeologicamente pericolose, deve sapere che procederemo con le demolizioni”.


Potrebbe anche interessarti