De Luca: “Aumenti e famiglie che fanno fatica a reggere. Vi auguro un 2023 più leggero”

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso del consueto aggiornamento alla cittadinanza, ha fatto il punto sul bilancio regionale e colto l’occasione per porgere alla cittadinanza i suoi auguri di Natale.

De Luca e gli auguri di Natale: “Che sia un 2023 più leggero”

Sulla situazione politica nazionale ha detto: “Il presidente del Consiglio ha raccontato agli italiani che vi è stato poco tempo per lavorare sulla proposta di bilancio, a me pare inaccettabile perché il Governo Draghi lo avete fatto cadere voi, avete costretto gli italiani a preparare le liste a Ferragosto e sapevate bene i tempi dell’approvazione del bilancio”.

“Ci sono state solo false partenze, operazioni propagandistiche salvo poi tornare indietro dopo una settimana. L’unica cosa concreta che rimane ed è drammaticamente preoccupante è il disastro sanità. Per la sanità pubblica non c’è un euro e l’attuale legge di bilancio la danneggia e le limita fortemente. Nel frattempo mentre il Governo deprime e penalizza la sanità noi continuaimo in Campania a fare cose straordinarie”.

Infine, sul covid: “Grazie a Dio reggiamo bene ma manteniamoci prudenti per fare le nostre feste in serenità. Consentitemi, visto che siamo alla Vigilia di Natale, di rivolgere a tutti voi e alle vostre famiglie non solo il mio saluto cordiale di sempre ma anche un augurio affettuosissimo di buon Natale e serenità per tutti quanti voi e per i vostri cari”.

“Che sia un Natale di serenità in un momento nel quale soprattutto il costo della vita è aumentato in maniera pesante, a volte ci sono famiglie che fanno fatica a reggere, soprattutto le nostre donne che vanno a fare la spesa e hanno la possibilità di misurare da un mese all’altro l’aumento dei prezzi. Hanno avuto modo di verificare quanto pesante sia stato l’aumento dei prezzi e del costo della vita. Auguriamoci che ci sia un 2023 più leggero e che questa inflazione freni. Buon Natale cari amici a tutti voi e alle vostre famiglie”.


Potrebbe anche interessarti