Bonus Idrico e Stop Morosità, fino a 700 euro a famiglia: domande prorogate al 31 gennaio 2023

soldi banconote euro
Reddito di Libertà: come presentare la domanda

Sono stati prorogati i termini di presentazione della domanda per accedere al Bonus Idrico Integrativo e Stop Morosità, due interventi a favore dei cittadini dei 74 Comuni della Campania in cui Gori gestisce il Servizio Idrico Integrato.

Bonus Idrico Integrativo e Stop Morosità: domande fino al 31 gennaio 2023

Le agevolazioni sul pagamento delle bollette dell’acqua sono state disposte dal Consiglio di Distretto Sarnese-Vesuviano dell’Ente Idrico Campano. Si tratta di due azioni finalizzate a fornire un aiuto concreto alle famiglie che versano in condizione di disagio socio-economico, per le quali sono stati stanziati, complessivamente, circa 8 milioni di euro.

L’impegno di GORI ed Ente Idrico Campano

Tali misure sono destinate agli utenti che risiedono nei 74 comuni della Campania in cui Gori gestisce il Servizio Idrico Integrato. Bonus Idrico Integrativo, in particolare, consente di avere uno sconto in bolletta di 50 euro per ogni componente del nucleo familiare, fino ad un massimo complessivo di 200 euro. Per accedere a questa misura è necessario possedere un’attestazione ISEE inferiore o uguale a 12.000 euro.

Per i nuclei familiari che oltre a trovarsi in una condizione di disagio socio-economico sono associati anche ad utenze in condizione di morosità, il Consiglio di Distretto Sarnese Vesuviano dell’Ente Idrico Campano, in via eccezionale, ha deliberato un’ulteriore agevolazione denominata Stop Morosità. Per accedervi è necessario essere in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti: attestazione ISEE inferiore o uguale a 12.000 euro; situazione di disagio temporaneo debitamente certificato causato da perdita di lavoro, malattia e altre condizioni di disagio.

Tutte le informazioni utili e la modulistica necessaria sono disponibili su www.enteidricocampano.it, nella sezione Ambito Distrettuale Sarnese-Vesuviano, e www.goriacqua.com. Le domande devono essere presentate entro il 31.01.2023 direttamente presso gli uffici comunali preposti.


Potrebbe anche interessarti