Sulle linee vesuviane ci sarà un nuovo sistema di controllo: è il più evoluto in assoluto

linee vesuviane eav sistema
Linee vesuviane EAV verso un nuovo sistema di controllo

Le linee vesuviane di EAV si doteranno di un nuovo sistema di segnalamento, il più evoluto in termini di supervisione e controllo della marcia dei treni finora disponibile. E’ quanto previsto dall’accordo stipulato tra l’ente del trasporto pubblico campano e l’Alstom.

Linee vesuviane EAV verso un nuovo sistema di segnalamento

Il contratto, stipulato ieri, del valore di 292 milioni di euro, prevede la realizzazione, su oltre 140 km di linea, di un innovativo sistema di segnalamento con le soluzioni ACCM e ERTMS, ad oggi il più sviluppato in assoluto. In più sarà avviato l’adeguamento degli impianti ferroviari, tecnologici e delle opere infrastrutturali (stazioni, gallerie, opere d’arte) per la tratta Castellammare-Sorrento, permettendo una capacità massima di traffico di un treno ogni 12 minuti.

Il progetto comprende anche una soluzione Alstom per le Sottostazioni Elettriche: un intervento che reimmettendo nella rete elettrica oltre il 99% dell’energia generata dalla frenata dei rotabili consente di risparmiare energia e costi. I lavori saranno realizzati entro giugno 2026 e verranno svolti solo di notte non causando alcuna interruzione al servizio.

“Siamo lieti di poter contribuire a dare nuovo impulso alla mobilità dell’area metropolitana di Napoli con il nostro sistema di segnalamento ERTMS sugli oltre 140 km della linea. Il sistema proposto risponde alle specifiche tecniche richieste dall’Unione Europea ed alle norme CENELEC per la sicurezza ferroviaria, garantendo i più elevati standard di sicurezza. Il contratto firmato con EAV conferma ulteriormente la competenza di Alstom nella mobilità suburbana” – afferma Michele Viale, direttore generale di Alstom Italia e presidente e AD di Alstom Ferroviaria.

“Il contratto stipulato con Alstom consentirà di adeguare l’infrastruttura ferroviaria delle linee vesuviane di EAV alle best practices nazionali ed europee con un radicale rifacimento delle opere ferroviarie, civili e tecnologiche della tratta Castellammare-Sorrento” – dichiara Umberto de Gregorio, presidente EAV.


Potrebbe anche interessarti