Era in Ucraina e non camminava da 2 anni, a Napoli il miracolo di Tatiana: è stata operata

napoli ucraina operata vanvitelli
A Napoli dall’Ucraina: operata al Policlinico Vanvitelli, Tatiana torna a camminare

Un’altra bella storia di solidarietà arriva ancora una volta da Napoli, la città che ha offerto una seconda vita a Tatiana, una donna proveniente dall’Ucraina che non camminava più ormai da quasi 2 anni, per una frattura al femore, ma che è stata operata con successo presso il Policlinico Vanvitelli. Una vicenda a lieto fine, raccontata nel corso di un servizio andato in onda al TGR Campania.

A Napoli dall’Ucraina: paziente operata al Policlinico Vanvitelli torna a camminare

Una frattura al femore durante il lockdown le aveva provocato un grave deficit motorio complicato poi dalla guerra e la conseguente mancanza di elettricità nel suo Paese: Tatiana non era più in grado di deambulare e non poteva sottoporsi all’intervento a causa del conflitto che ha sconvolto la sua Ucraina.

Non camminava da quasi 2 anni ma grazie alla solidarietà del popolo partenopeo ha ripreso in mano la sua vita. Tramite alcuni amici residenti a Napoli e il gran cuore di Adriano Cantarella che ha preso a cuore il suo caso, la donna è stata affidata all’equipe del reparto ortopedico del Policlinico Vanvitelli che ha portato a termine con successo l’operazione.

“La qualità dell’osso era molto scarna così come anche i muscoli che si erano completamente atrofizzati” – ha spiegato il dottor Giuseppe Toro, dirigente medico del reparto di Ortopedia del Policlinico vanvitelliano, a capo del team che ha eseguito l’intervento poco prima di Capodanno.

“Tecnicamente è stata fatta una sostituzione protesica di quella porzione fratturata del femore che non poteva essere più riparata. Per fortuna è andata discretamente bene, la signora il giorno dopo ha iniziato a fare qualche passo. Adesso è in una struttura riabilitativa dove sta proseguendo la sua riabilitazione, speriamo che quanto vita possa tornare ad una qualità di vita sicuramente migliore” – ha conclusa.


Potrebbe anche interessarti