Miracolo a Napoli, i medici salvano un neonato di 28 giorni: aveva il cuore spostato a destra

napoli cardarelli santobono neonato
Napoli, medici del Cardarelli e Santobono salvano neonato – Immagine di repertorio

Ancora una storia a lieto fine giunge da Napoli e conferma l’eccellenza della sanità partenopea: i medici dell’ospedale Cardarelli, in sinergia con l’equipe del Santobono, hanno salvato la vita ad un neonato di 28 giorni, nato con una grave malformazione che aveva causato pesanti ricadute sul suo cuore. A renderlo noto è Il Corriere del Mezzogiorno.

Napoli, Cardarelli e Santobono salvano un neonato: aveva il cuore spostato a destra

A soli 28 giorni già rischiava di perdere la vita a causa di una malformazione diagnosticata al momento della nascita. Una cisti di notevoli dimensioni rendeva uno dei suoi polmoni molto più grande dell’altro, causando lo spostamento del cuore verso destra. Il polmone, dunque, impediva al cuore di posizionarsi correttamente all’interno della gabbia toracica con importanti ripercussioni sulla salute del piccolo paziente.

Di qui la decisione dei medici di chirurgia toracica del Cardarelli, guidati dal dottor Gianluca Guggino, e del reparto di chirurgia del Santobono, coordinato dal dottor Giovanni Gaglione, di sottoporre il neonato ad un tempestivo intervento, effettuato in sinergia tra le due strutture ospedaliere napoletane.

L’operazione chirurgica, effettuata attraverso microincisioni, ha consentito l’asportazione della parte del lobo polmonare malato. Nell’emitorace, con piccole incisioni, sono state introdotte una micro-telecamera e gli strumenti operatori. Un intervento delicato ma terminato con successo con il riposizionamento corretto del cuore che consentirà al bambino di superare il problema che lo affliggeva dalla nascita e che avrebbe potuto seriamente compromettere il resto della sua vita.


Potrebbe anche interessarti