Napoli, la strada è stata chiusa con un muro e l’ambulanza non può passare: morto un uomo

strada capodimonte ambulanza morto
Strada murata a Capodimonte blocca l’ambulanza: morto un uomo – Foto: Francesco Emilio Borrelli

Napoli – Una strada murata a Capodimonte avrebbe impedito l’arrivo dell’ambulanza a casa di un paziente, colto improvvisamente da un malore e successivamente morto. I sanitari avrebbero proseguito a piedi fino all’abitazione del 63enne ma lo avrebbero ritrovato già privo di vita.

Strada murata a Capodimonte ritarda l’arrivo dell’ambulanza: morto un uomo

Il tratto chiuso in via Morisani da circa 3 anni renderebbe inaccessibile la strada che conduce ad alcune abitazioni. Tra queste anche quella del 67enne che, colto da un malore, necessitava di un soccorso tempestivo, ma nonostante lo sforzo dei sanitari, rimasti bloccati e costretti a proseguire a piedi, probabilmente anche a causa del ritardo, si è spento.

La famiglia sporgerà denuncia. Da mesi i residenti segnalano che la chiusura di via Morisani, inaccessibile da tre anni, rende molte abitazioni irraggiungibili. Anche le ambulanze che arrivano dall’ospedale San Gennaro sono costrette a fermarsi davanti al muro” – ha sottolineato Carlo Restaino, consigliere di Europa Verde alla III Municipalità, che ha incontrato la famiglia del paziente deceduto.

Ha perso la vita un 67enne colto da un malore in casa, l’ambulanza bloccata dal muro ha ritardato l’arrivo dei sanitari che hanno fatto più di quanto gli toccasse. Con l’aiuto dei parenti del paziente e dei residenti, scesi dall’ambulanza, hanno raggiunto a piedi il soggetto colpito dal malore che purtroppo non ce l’ha fatta. Temiamo che via Morisani, a Capodimonte, rischi la stessa sorte toccata a Salita Scudillo, mai più riaperta dopo anni e anni di attese e promesse” – ha concluso.


Potrebbe anche interessarti