Scontri a Pagani, saranno puniti i 2 club. Piantedosi: “Ci saranno sanzioni molto severe”

bus fiamme paganese casertana
Paganese-Casertana: in fiamme il bus dei tifosi ospiti

Il ministro Matteo Piantedosi annuncia punizioni molto severe anche nei confronti della Paganese e della Casertana, i cui tifosi sono stati autori degli scontri culminati con l’incendio di un autobus, fiamme che hanno causato la distruzione di un negozio e di parte di alcune abitazioni, con disagi enormi per i cittadini che non possono dormire a casa perché mancano acqua calda ed elettricità.

Scontri tra tifosi a Pagani, Piantedosi: a pagare saranno i due club

“Alcuni degli artefici di questo ultimo episodio molto grave sono stati assicurati alla giustizia, almeno individuati, denunciati e arrestati” – così Piantedosi ha commentato la notizia dell’arresto di nove persone ritenute gravemente indiziate degli episodi di violenza. Il ministro ha anche annunciato sanzioni sportive: “Ci saranno sanzioni sicuramente molto severe nei confronti delle due società specifiche”.

Matteo Piantedosi ha parlato nel corso di un incontro che si è svolto a Trieste. L’intervento è ancora più importanete alla luce di quanto era già accaduto nei giorni scorsi, con gli scontri tra tifosi della Roma e del Napoli, culminati nel divieto di trasferta per due mesi per i sostenitori di entrambe le formazioni. Questa volta le conseguenze saranno certamente più duro, stando alle parole del titolare del Viminale.

La repressione non è tuttavia l’unica strada da intraprendere: bisogna prevenire tali situazioni, specialmente perché a farne le spese maggiori sono i cittadini che non c’entrano nulla. Gli abitanti delle case distrutte nel fatto di Pagani, gli utenti dell’autostrada e i tifosi perbene per quanto riguarda gli scontri tra le tifoserie napoletana e romana. “Avrò modo di raccomandare agli organismi di mantenere un’attenzione molto alta, improntata sulla massima precauzione – ha aggiunto Piantedosi – Talvolta quando ci sono segnali premonitori di queste violenze dobbiamo avere la capacità di evitare che si verifichino”.


Potrebbe anche interessarti