Messina Denaro Style, il commerciante napoletano chiede scusa: “Video fatto per scherzare”

matteo-messina-denaro-style
matteo-messina-denaro-style

Dopo le denunce degli scorsi giorni sulla questione del Matteo Messina Denaro Style, il deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli sta continuano a ricevere segnalazioni sulla vendita di capi d’abbigliamento che fanno riferimento al padrino al momento del suo arresto.

Matteo Messina Denaro Style. Commerciante chiede scusa

Intanto il negoziante napoletano che avevo pubblicato dei video per pubblicizzare dei montoni alla “Messina Denaro” ha provato a fare dietrofront chiedendo scusa con un altro video in cui precisa che quei giacconi fossero già in vendita da dicembre e che la sua fosse soltanto ironia.

“Apprezziamo che si sia reso conto di aver fatto uno sbaglio e che abbia chiesto scusa ma non si può fare ironia in questo modo. Il problema non è il montone, non è il capo d’abbigliamento in sé, ognuno si veste come vuole.  Il problema è accostare una moda ad un boss sanguinario, è voler emulare e proporre l’emulazione di un personaggio di cui, invece, bisognerebbe vergognarsi. Il criminal style non è certo un fenomeno nuovo ma esiste da decenni ma oggi, grazie alla presenza, spesso ingombrante, dei social, è senza controllo. Non è soltanto un gioco, per quanto squallido e becero, ma può avere delle gravi ripercussioni su quelle giovani menti che vivono in ambienti ‘borderline’ dove il confine tra strada giusta e strada sbagliata è sottilissimo ed invisibile. Quei ragazzi hanno bisogno di ben altri modelli. Magari del Falcone style, del Borsellino style, del Siani style. Solo per citarne qualcuno.”- ha affermato Borrelli con il conduttore radiofonico Gianni Simioli.

Le parole del commerciante

In un secondo video, il commerciante napoletano chiede scusa e spiega l’accaduto: “Mi scuso con tutti coloro che si sono sentiti offesi. Abbiamo presentato il montone sui social ai clienti già da dicembre. Ma, da una settimana a questa parte, il capo è diventato virale grazie all’arresto di Matteo Messina Denaro. Noi ci abbiamo scherzato un po’ su, ma il video è rimbalzato un po’ ovunque. Molto più di quanto avessimo previsto. Per questo voglio chiedere scusa a tutte le persone che si sono sentite offese e dire che noi siamo sempre dalla parte dello stato. Il video è stato fatto con leggerezza, per scherzare. Soprattutto, senza cattiveria”.


Potrebbe anche interessarti