Faceva sversare rifiuti ai suoi dipendenti, arrestato il titolare del Latte Matese

Latte Matese, arrestato il titolare
Latte Matese, arrestato il titolare

Caserta – Il  titolare del Latte Matese-Foreste Molisane, Giuseppe Gravante, è stato arrestato dal corpo forestale dello Stato con l’accusa di reato di estorsione. Ricevuta la notizia di reato, la Procura di Santa Maria Capua Vetere, ha iniziato ad espletare le prime indagini. Il titolare  avrebbe costretto sotto minaccia del licenziamento i propri dipendenti a sversare rifiuti zootecnici nel fiume Volturno. Non solo: anche  a sotterrare altro tipo di rifiuti nei terreni della propria azienda agricola.  Nel fiume confluivano anche le acque di lavaggio delle stalle e delle sale di mungitura, addizionate a prodotti detergenti e acidi.

Gravante è anche proprietario di una centrale del latte, ove, fino al mese di novembre dello scorso anno, si svolgeva il processo di trasformazione e l’imbottigliamento di latte vaccino, inserito nel commercio sotto il marchio commerciale ‘Foreste Molisane’. Il tutto è venuto allo scoperto grazie al racconto fatto da un ex dipendente. Costui, ha dichiarato di aver preso parte alle modalità di smaltimento dei rifiuti in maniera illecita.

Nel comunicato della Procura si legge: «L’attività di smaltimento, consumatasi dal 1994 fino a qualche mese fa, veniva svolta con modalità tali da eludere i controlli: ad esempio, in orario serale e notturno, oppure in occasione di piogge e temporali, approfittando, in tal caso, della circostanza che le acque del fiume fossero state rese limacciose dalle acque piovane».

Abbattuto il muro dell’omertà, successivamente alla prima autodenuncia (dell’ex dipendente) ci sono state ulteriori dichiarazioni di altri lavoratori. Tutti hanno affermato  di essere stati costretti ad agire sotto la grave  minaccia di essere licenziati.  Attualmente, risultano  indagati  per il reato di gestione non autorizzata di rifiuti.

Potrebbe anche interessarti