Arriva Targa System, lo strumento per rilevare le vetture non in regola

targa_system

Il sistema elettronico “Targa System” è uno strumento utilizzato per rilevare, nel giro di pochi secondi, le auto che sono state rubate, che non sono in regola con il pagamento dell’assicurazione, del bollo o della revisione. Si tratta di un valido “alleato” per i vigili urbani, i quali possono individuare le anomalie delle vetture in qualsiasi momento ed intervenire subito.

Il primo comune che ha adottato tale sistema è stato Ciampino, in provincia di Roma. Nell’arco di due ore circa, sono stati controllati più di seicento veicoli e sono state stilate più di 100 multe. Un ottimo risultato ed un ottimo inizio.Successivamente anche altre città, come Legnano e Biella, hanno aderito all’iniziativa. La probabilità che il sistema venga esteso anche a Napoli è molto alta.

Com’è nata l’idea di creare questo sistema? Come funziona precisamente?

LEGGI ANCHE
Napoli, auto e parcheggiatori bloccano i bus: passeggeri lasciati a piedi per 2 ore

Il “Targa System” è stato ideato e realizzato dall’azienda Europa Azzaroni, che ha sede a Bologna. Il meccanismo è molto semplice: le targhe delle vetture vengono rilevate attraverso apposite telecamere installate nelle zone in cui ci sono le pattuglie dei vigili e, nel giro di pochissimi secondi, le informazioni raccolte vengono inviate agli agenti che fermano a loro volta le vetture che non sono in regola. Una sorta di sistema a catena. Inoltre i vigili hanno a loro disposizione dei portatili, sui quali fare ulteriori controlli e che permettono di inviare la multa anche a coloro che, in qualche modo, riescono ad evitare i controlli.

Nulla sfugge a questo efficace ed innovativo sistema: tutti i veicoli che hanno fermo amministrativo o presenti nelle black-list vengono rilevati, compresi quelli che viaggiano oltre i 90 km orari. Funziona anche di notte e quando le condizioni atmosferiche non sono le migliori. La multa per coloro che viaggiano con assicurazione scaduta è di 841 euro e 168 euro per chi non ha fatto la revisione.

LEGGI ANCHE
Pompei, auto sbatte contro un palo: uomo muore sul colpo

Queste le parole dell’amministratore & product Manager Mario Gentilin della Game Club srl a riguardo:

Il Targa System è nato in seguito alla decisione del ministero di dematerializzare i tagliandi assicurativi, che a breve non verranno più esposti sui veicoli. (dovrebbe essere a marzo 2015). Per questo motivo è nato il bisogno da parte delle forze dell’ordine, di un sistema che permettesse di riconoscere, in modo alternativo al tagliando, i veicoli non in regola. Nel giro di due secondi circa riusciamo a ottenere la risposta, sullo stato assicurativo e revisione, associati a quella targa. E’ inoltre possibile verificare se l’auto è sottoposta o meno a fermo amministrativo o risulti rubata. In caso di auto non in regola, quindi, il sistema avvisa gli agenti che provvedono immediatamente a fermare il veicolo.La telecamera legge targhe italiane e straniere su veicoli che transitano a velocita’ anche superiori ai 150 km/h. La lettura avviene di notte e di giorno indifferentemente.”

Il dottor Gentilin conclude, focalizzandosi sul discorso privacy:
Molte cose sono state scritte su vari articoli usciti in questi giorni, molte inesatte. Abbiamo chiesto e ottenuto ovviamente informazioni dal garante per la privacy prima di commercializzare il prodotto.
Non esiste nessuna violazione rispetto alle norme esistenti: l’associazione delle immagini non avviene con dati biometrici o sensibili e pertanto non creano pregiudizio agli interessati che vengono sanzionati.”

LEGGI ANCHE
Video. Torre del Greco, ai "viali" auto in sosta vietata bloccano il traffico

Potrebbe anche interessarti