La TV cinese difende Napoli: quasi tutti col casco e criminalità in diminuzione

Napoli difesa dalla TV cinese

Napoli è una città che oltre ai suoi cittadini, conta un elevato numero di stranieri e una forte maggioranza è rappresentata dai cinesi. Basta girare per le strade della città per notare la notevole impronta che il popolo cinese ha su Napoli,  molti napoletani spesso esclamano che i cinesi ‘ci stanno colonizzando’, ma la verità è che a furia di viverci, loro hanno imparato a conoscerci meglio di tutti gli italiani che abitano lontano dalla nostra città.

Che la nostra sia una città difficile è fuori discussione, non si possono nascondere i problemi e le mancanze, tuttavia è pur vero che spesso c’è chi accentua determinate situazioni e si fossilizza fomentando così i luoghi comuni.

Nell’ultimo periodo si è parlato tante volte dei servizi televisivi di Luca Abete, l’inviato di Striscia la Notizia, che evidenziavano il via vai di gente in motorino senza casco a Napoli, tante le risposte dei cittadini che con video amatoriali rispondevano alle accuse a loro avviso troppo pesanti e non veritiere o comunque ingigantite, accuse che riprendevano solo una parte di popolo e ma non la maggioranza.

Napoli ha anche cittadini degni di stima come gli abitanti delle altre regioni e questa volta la risposta migliore non arriva dalla nostra città, bensì dalla Cina. Sono esattamente loro, i cinesi, il popolo di stranieri più presenti sul nostro territorio, che difendono Napoli affermando il loro parere.

La giornalista Zong Beilei, come riportato da Il Mattino, dopo aver visitato la città e tutte le sue bellezze, non ha esitato ad allontanare con le sue dichiarazioni benevole, tutte le voci negative che infangano Napoli e che spesso bloccano così la volontà di visitarla.

“Negli ultimi anni nei cuori di molti turisti cinesi è arrivata una cattiva impressione di Napoli: una città nel caos del traffico, sporca e con molti casi di microcriminalità. Tuttavia, negli ultimi tempi il trasporto pubblico e la sicurezza della città sono stati notevolmente migliorati. La giornalista  ha visto raramente persone a bordo di scooter senza casco mentre la polizia di Stato ha lanciato una serie iniziative che hanno permesso di abbattere il tasso di criminalità del 20 per cento”. Questo è quanto si legge sul sito news.cncnews.cn, parole che chiariscono la situazione di Napoli vista con gli occhi di stranieri che hanno preferito non fermarsi a credere a quei servizi televisivi che troppo spesso raccontano verità e statistiche a modo loro ma hanno dato fiducia a quello che con i loro occhi hanno visto venendo a Napoli.

Che dire? Se per caso in Cina va in onda la versione cinese di Striscia la Notizia, noi napoletani saremo ben lieti di partecipare, per una volta come ospiti d’onore.

Potrebbe anche interessarti