Jean-Noël Schifano torna a parlare di Napoli in un augurio davvero speciale..

Jean-Noël Schifano

Lo scrittore ed intellettuale meridionalista francese Jean-Noël Schifano torna a celebrare Napoli con un augurio davvero speciale. Uomo di grande cultura, Schifano non ha mai fatto mistero del suo profondo amore nei confronti di Napoli e della sua millenaria cultura.

Il blogger Angelo Forgione, in un articolo dedicato proprio allo scrittore francese, asserì: “Senza pregiudizi, ma con una profonda cultura partenopea che deve far arrossire molti Napoletani (è stato anche direttore dell’Istituto Francese Grenoble), Schifano ha sempre asserito che i problemi di Napoli sono essenzialmente il frutto dell’Unità d’Italia, concretizzatasi in un “crimine storico”.

Nel suo “Dizionario appassionato di Napoli” alla voce “barocco esistenziale” Jean-Noël Schifano scrive: «Chiamo barocco esistenziale l’esistenza porosa, contrastata, dilatata, in perenne metamorfosi e in trompe-l’oeil che i Napoletani vivono da tremila anni, e che il resto del mondo vive da una trentina d’anni.

Ed ecco che per festeggiare l’arrivo del nuovo anno l’intellettuale non perde occasione per spendere nuovamente qualche parola per la nostra straordinaria città! Sul suo profilo facebook infatti, lo scorso 31 Dicembre, così come ricordato dal blog “Il lazzaro”, è comparso il seguente messaggio di auguri:

AUGURI – TOUS MES VOEUX VESUVIENS DE BONNE NOUVELLE ANNEE – AUGURI DI CUORE E D’INTELLIGENZA PER IL 2015, DA GAETA A BRONTE, ALLA TREMILLENARIA CIVILTÀ NAPOLETANA CHE HA SEMPRE AVUTO, IN QUALSIASI CAMPO DELL’ ATTIVITÀ UMANA, QUALCHE CENTINAIA D’ ANNI DI ANTICIPO!… PIÙ SI È NAPOLETANI PIÙ SI È UNIVERSALI : DA TEMPO LO DICO E SCRIVO CON PROFONDA GRATITUDINE, CON VIVO ORGOGLIO, E LA GIUSTA UMILTÀ DAVANTI ALLO SPLENDORE UNICO E SEMPRE RINNOVATO DELLA NOSTRA CAPITALE.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più