Compostiere domestiche nel vesuviano: arrivano i finanziamenti

Compostiera domestica

Salvaguardare l’ambiente è uno dei passi fondamentali per la cura di noi stessi. La salute dell’uomo rispecchia il posto in cui lui stesso vive ed è per questo motivo che molto spesso siamo noi stessi la causa del nostro star male.

I rifiuti occupano buona parte delle cattive abitudini dei cittadini pigri che non amano spendere qualche minuto in più della propria vita per suddividere in più categorie ciò che c’è da buttare, ma perchè non fermarsi a pensare che quei famosi minuti spesi per la raccolta differenziata, non sono persi ma guadagnati per il futuro? Meglio ancora, perchè non pensare che la raccolta differenziata possa dare un guadagno a chi la sostiene?

Questo è quello che già tempo fa, fu detto in merito al riciclo delle bottiglie di plastica, che ad oggi vengono anche  raccolte in appositi macchinari all’esterno dei supermercati che in cambio offrono buoni per la spesa o per la benzinama perchè non provare a ridurre proprio la grande produzione di immondizia?

Un metodo c’è, ed è quello che stanno attuando molti comuni vesuviani che hanno fatto richiesta all’ormai ex Provincia, di un finanziamento per l’acquisto di compostiere domestiche.

Come riportato dal portale  ilfattovesuviano.it, ben sei località del vesuviano hanno ottenuto il finanziamento per l’acquisto dei contenitori da distribuire nelle città per la produzione di compost e la riduzione di immondizia. Con l’arrivo dei soldi, i sindaci avranno il compito di distribuire le compostiere ai cittadini richiedenti, che ovviamente dovranno possedere uno spazio idoneo da occupare con la compostiera e operare per quello che è un compito di estrema delicatezza.

Questo l’elenco delle notevoli somme assegnate: Palma Campania € 57.950,00; Saviano € 72.590,00; Boscoreale € 35.617,93; Somma Vesuviana € 189.100,00; San Giuseppe Vesuviano € 75.640,00; Pomigliano d’Arco € 204.350,00; Terzigno € 76.500,00.

Insomma, un’altra iniziativa parte nella zona vesuviana, per favorire lo sviluppo e la modernizzazione, ma in modo particolare per placare un fenomeno che per troppo tempo ha attanagliato la Campania, come quello dell‘emergenza rifiuti, con una soluzione che oltre a ripulire il territorio, potrà anche dare vantaggi e benefici.

Potrebbe anche interessarti