Il talento campano conquista Los Angeles: ecco il PC che si indossa

Calza Computer

Molto spesso si parla di “fuga di cervelli”, si dice che molti ragazzi laureati sono costretti ad abbandonare la propria città per fare fortuna altrove, e questo è il caso di un altro talento campano, che dopo essersi trasferito all’estero per lavoro, ha dato sfogo al suo ingegno, inventando un PC che può essere indossato. A raccontarlo è il Corriere del Mezzogiorno.

Utile in campo medico e sportivo, il PC pensato da Mario Esposito, l’ingegnoso ragazzo salernitano, ha fatto impazzire Los Angeles. L’idea nacque per caso, quando il giovane Mario, impegnato come come program manager per Microsoft Kinect, tre anni fa durante una colazione da Starbucks, a causa di una disattenzione della moglie si ritrovò con i calzini bagnati di cappuccino.

Mario Esposito, nonostante la rabbia iniziale per l’accaduto, si ritrovò immediatamente con un’idea ben precisa in mente che gli suggeriva che se il calzino si era impregnato di cappuccino, poteva benissimo impregnarsi di altri materiali sensibili, così con una veloce corsa, raggiunse i colleghi italiani e spiegò loro la sua brillante idea.

In collaborazione con  Davide Viganò, di Merate, Maurizio Maccagno, piemontese, e Paolo Sciarra, pugliese, colleghi di Mario, anche loro impiegati in Microsoft, il giovane campano da vita al progetto e immediatamente ad una nuova impresa: Heapsylon.

Immediatamente tutti lasciano Microsoft per dedicare tutto il loro tempo ad un progetto che cambierà il loro futuro e a Seattle fondano Sensoria.

Sensoria varia il suo impiego in campo medico e in quello sportivo, raggiungendo il maggior utilizzo dai runner. Si tratta di un calzino in tessuto tecnico , di un materiale che impregna i tessuti per creare tre zone sensibile nella zona metatarsale e tallonare, e di un dispositivo che viene posizionato sul collo del calzino per raccogliere i dati e inviarli tramite bluetooth al telefonino o al computer.

Attraverso il web iniziò la raccolta fondi  per la produzione, venivano chiesti 80 mila dollari e ne furono raccolti circa 115 mila vendendo 750 paia di calzini. Il successo più grande però arriva con la partecipazione al “Ces”di Los Angeles, la fiera delle nuove tecnologie, dove sono solite partecipare aziende come Microsoft, Apple e Nintendo, dove Sensoria ha raccolto il consenso di tutti i partecipanti.

Presto anche in Italia arriverà l’invenzione del PC indossabile e sarà prodotto da un’azienda di Brescia.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più