Meteo week-end, nubifragi al Sud. La Campania tra le regioni più colpite

nubifragi

Il prossimo weekend sarà caratterizzato da una discesa di uno dei lobi del vortice polare verso le nostre latitudini. Assisteremo quindi ad una diminuzione delle temperature, che rientreranno nella normalità invernale e condizioni di instabilità che causeranno nevicate a partire da quote collinari e ed improvvise piogge su tutta la penisola.

Le giornate di sabato (31 gennaio) e domenica (1 febbraio), però, presenteranno un debole miglioramento rispetto a giovedì e venerdì, giornate nelle quali si è concentrato il culmine del peggioramento con nubifragi soprattutto al sud. I fenomeni di maggiore intensità si concentreranno soprattutto sulle regioni meridionali, interessato da forti piogge, alternate a deboli schiarite. Al Sud la situazione sarà estremamente variabile con temperature massime distribuite dai 12°C delle coste tirreniche meridionali ai 15°C della Sicilia. Venti di Libeccio molto forti su Sardegna, Sicilia settentrionale e coste Calabro-Campane, venti deboli altrove.

Per domenica 1 febbraio avremo delle leggere schiarite in Campania alternate a piogge diffuse, ma la temperatura resterà bassa, tra gli 8 e i 10°C. I venti impetuosi occidentali continuano a portare molte nubi e piogge su Sardegna, Sicilia, Toscana, Lazio, Campania e Calabria.

Insomma un tipico week-end di pieno inverno, caratteristico dei cosiddetti “giorni della merla“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più