Uno studio boccia il Viagra: i gas della Solfatara funzionano di più!

solfatara

Ogni napoletano che si rispetti, almeno una volta, passando nella zona di Pozzuoli, ha esclamato: “Che puzza di uova marce”. Puntualmente a quel pensiero seguiva la voce di un adulto che sapientemente diceva di respirare a pieni polmoni perché quella che noi chiamavamo puzza in realtà ci avrebbe fatto bene. Quel cattivo odore che ha segnato molte delle nostre passeggiate puteolane, e che continua a farlo ancora oggi, è dovuto alla presenza della Solfatara, l’antico cratere vulcanico che da oltre due millenni, continua il suo stato di attività con fumarole, getti di fango bollente e suolo estremamente riscaldato.

I fumi che provengono dalla Solfatara sono stati spesso definiti ottimali per alcune cure, ma la scoperta fatta qualche anno fa è davvero incredibile. Secondo alcuni studi, condotti da Giuseppe Cirino, preside della Facoltà di Farmacia, da Vincenzo Mirone della Clinica urologica dell’Università Federico II di Napoli, in collaborazione con Louis Ignarro, professore di Farmacologia della University of California di Los Angeles e Nobel per la Medicina nel 1998 e aiutati  dalla ricercatrice Roberta d’Emmanuele di Villa Bianca, i fumi della solfatara potrebbero sostituire con enorme successo il Viagra, donando agli uomini la stessa efficacia.

All’interno dei tessuti cavernosi dell’organo riproduttivo maschile, vi è la presenza di due enzimi produttori di idrogeno solforato, gli enzimi che causano le erezioni dell’uomo, e che a contatto con i fumi della Solfatara, riescono a trarre un notevole effetto benefico, positivo per la loro attività sessuale.

Lo studio svolto, durato circa de anni, è stato sperimentato sui topi che hanno risposto alla sperimentazione esattamente come si immaginava, confermando l’efficacia dei gas sulfurei a dispetto della famosa “pillolina blu” che lasciava indifferenti le reazioni di circa il 30% degli uomini.

Sembra proprio che i rimedi naturali siano i più efficaci, e i napoletani lo hanno intuito sapientemente. Probabilmente a breve le visite al cratere vulcanico di Pozzuoli si intensificheranno, accogliendo sempre più uomini incuriositi dal fenomeno vulcanico, che sembra voler mettere da parte il famoso Viagra.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più