Foto. Anche l’Ospedale Santobono nel dimenticatoio: sporco e degrado ovunque

Ospedale Santobono

Negli ultimi tempi, sono tanti i riflettori che sono stati puntati, sulla sanità e su alcuni degli ospedali napoletani, ridotti in termini a dir poco inqualificabili, con condizioni igieniche degradanti e pessime; non è passato infatti molto tempo dalla triste visita all’Ospedale S. Giovanni Bosco di Napoli, dove i pazienti convivevano tra i propri escrementi, che oggi ci ritroviamo a denunciare un altro caso di abbandono al degrado di uno dei presidi ospedalieri di Napoli, destinato alla cura di piccoli pazienti.

Così come segnalatoci da un lettore, riportiamo il triste stato dell’Ospedale Santobono. Le condizioni igieniche lasciano fortemente a desiderare, carte e mozziconi di sigarette, fanno da arredo al pavimento dell’ospedale, anche dopo che gli addetti alle pulizie, svolgono il proprio compito, senza contare poi, l’inaccettabile visione di sacchetti della spazzatura che giacciono a terra, in attesa di essere buttati.

Ospedale Santobono- Spazzatura

Giudicare solo vergognosa la terribile situazione è poco. Gli ospedali dovrebbero rappresentare un luogo sicuro e pulito, dove poter risolvere i propri problemi di salute, e invece bisogna stare bene attenti a difendersi dalla sporcizia che circola nelle sale d’attesa, nelle corsie e molto spesso anche nei reparti.

Ospedale Santobono- Sala d'attesa

Lo stato di fatiscenza è visibile ad occhio nudo, non ha scusanti. È ora di aprire gli occhi e porre rimedio, senza aspettare gli articoli o i servizi in TV, è ora di mettere fine alla malasanità che per troppi anni ha dominato la nostra città e continua a farlo. L’assistenza medica è un diritto di tutti, ad ogni essere umano, adulto o bambino che sia, va assicurato un supporto medico dignitoso e adeguato nei presidi ospedalieri, così che siano capaci di accogliere nel migliore dei modi le persone che necessitano di assistenza.

Corridoio Ospedale Santobono

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più