Ilaria vive: la Fontana del Formiello a Porta Capuana restaurata in sua memoria

Fontana del Formiello

Grazie all’intervento della Giunta regionale, la proposta di restauro, lanciata dall’assessore all’Urbanistica Carmine Piscopo, della Fontana del Formiello, sita a Napoli, alle spalle di Castel Capuano, e dell’edicola di San Gennaro, sul sagrato della Chiesa di Santa Caterina a Formiello, è stata finalmente approvata.

I lavori si svolgeranno nei prossimi tre mesi. I finanziamenti economici arrivano dall’Associazione Culturale Le due sirene che ha stanziato circa 70 mila euro e che intende ricordare la memoria della giovane 27enne Ilaria Iodice, fondatrice, morta a causa di una malattia incurabile. La fontana fu già restaurata dieci anni dopo l’edificazione, per volere del viceré Pedro Giron, duca di Osuna.

Qualche cenno storico sui due monumenti: nel 1573 il Tribunale delle Acque di Napoli commissionò la costruzione di una fontana medievale a Michel De Guido e Mastro Joseppe. A fine Ottocento, la fontana fu posta nei depositi comunali e nel 1930 ricostruita e recintata. Caratterizzante è lo stemma reale degli Asburgo in bella vista. L’edicola di San Gennaro, in marmo e piperino, è stata realizzata da Ferdinando Sanfelice: i lavori, finanziati dal Tesoro di San Gennaro, terminarono nell’anno 1708, per volere di Lorenzo e Domenico Antonio Vaccaro. San Gennaro aveva salvato il monumento da vari danni, quali l’eruzione del Vesuvio del 1631.

LEGGI ANCHE
Video. Terminata bonifica Torri del Carmine, 100 tonnellate di rifiuti rimossi

Potrebbe anche interessarti