Ilaria vive: la Fontana del Formiello a Porta Capuana restaurata in sua memoria

Fontana del Formiello

Grazie all’intervento della Giunta regionale, la proposta di restauro, lanciata dall’assessore all’Urbanistica Carmine Piscopo, della Fontana del Formiello, sita a Napoli, alle spalle di Castel Capuano, e dell’edicola di San Gennaro, sul sagrato della Chiesa di Santa Caterina a Formiello, è stata finalmente approvata.

I lavori si svolgeranno nei prossimi tre mesi. I finanziamenti economici arrivano dall’Associazione Culturale Le due sirene che ha stanziato circa 70 mila euro e che intende ricordare la memoria della giovane 27enne Ilaria Iodice, fondatrice, morta a causa di una malattia incurabile. La fontana fu già restaurata dieci anni dopo l’edificazione, per volere del viceré Pedro Giron, duca di Osuna.

Qualche cenno storico sui due monumenti: nel 1573 il Tribunale delle Acque di Napoli commissionò la costruzione di una fontana medievale a Michel De Guido e Mastro Joseppe. A fine Ottocento, la fontana fu posta nei depositi comunali e nel 1930 ricostruita e recintata. Caratterizzante è lo stemma reale degli Asburgo in bella vista. L’edicola di San Gennaro, in marmo e piperino, è stata realizzata da Ferdinando Sanfelice: i lavori, finanziati dal Tesoro di San Gennaro, terminarono nell’anno 1708, per volere di Lorenzo e Domenico Antonio Vaccaro. San Gennaro aveva salvato il monumento da vari danni, quali l’eruzione del Vesuvio del 1631.

Potrebbe anche interessarti