Napoli-Sassuolo con mente e cuore: passato e presente in campo per vincere

Napoli-Sassuolo

Fine settimana senza calcio per tutti i tifosi azzurri, si gioca di Lunedì 23 Febbraio, il posticipo  di Napoli-Sassuolo.

Gara apparentemente facile sulla carta ma si sa, il campo è un’altra cosa, e per il Napoli le partite più ostili sono proprio quelle che tutti classificano come le più semplici. Il Sassuolo, al dodicesimo posto in classifica, sicuramente non scenderà in campo per accettare una sconfitta e si batterà per mostrarsi forte dinanzi al Napoli, una squadra  abituata ormai a grandi palcoscenici.

Sarà anche questa una sfida particolare, in cui mente e cuore faranno gran parte del lavoro e dove passato e presente si confronteranno. Nel Sassuolo sono tre i giocatori di origine napoletana, Ciro Polito, Paolo Cannavaro ex-capitano della squadra azzurra e Antonio Floro Flores, anche lui vecchia conoscenza partenopea dal 2000 al 2004, e si conteranno proprio nella squadra neroverde, molti più napoletani di quanti ce ne siano nel Napoli.

La sfida, sarà particolarmente sentita da Paolo Cannavaro, che oltre ad aver militato tra gli azzurri per molti anni, vanta anche un trascorso da capitano del Napoli, veramente indimenticabile, esattamente come le esperienze più importanti che lo hanno visto a capo della squadra con il passaggio in serie A e la vittoria della Coppa Italia contro la Juventus nel 2012. Non sarà facile per l’ex-azzurro calpestare il campo del San Paolo con una maglia diversa da quella che lui stesso ama da sempre, ma nonostante tutto, dovrà mettere da parte il cuore e giocare con la grinta e la serietà che hanno sempre fatto di lui un grande professionista.

Per il napoletano il Napoli è un amore indescrivibile e così, se da una parte ci saranno tre partenopei che dovranno dimenticare per un attimo le loro origini e il loro legame con Napoli, dall’altra ci sarà un’intera squadra, caricata dalle aspettative e dalla grinta dei tifosi che vogliono immediatamente cancellare il brutto ricordo della partita contro il Palermo.

Nessun passo falso, solo voglia di vincere, gli undici azzurri che scenderanno in campo Lunedì sera dovranno ragionare con la mente e giocare col cuore, quello di chi ha sposato un progetto ed abbracciato una piazza che non vuole più solo partecipare ma soprattutto vincere.

Sarà forte l’accoglienza per l’ex-capitano azzurro Lunedì sera prima della partita, ma dopo tutti al proprio posto, stop ai ricordi, in campo c’è il Napoli e non si fanno sconti per nessuno.

I tifosi ringrazieranno sempre Paolo Cannavaro per le bellissime emozioni condivise, ma questo è il passato, il presente si chiama Marek Hamsik, un giocatore che da anni ha giurato fedeltà alla maglia azzurra e che Lunedì sera dovrà caricare la squadra per condurla a nuovi successi, quelli che non faranno rimpiangere i tempi passati.

I tifosi sosterranno la squadra come sempre, ma agli azzurri spetta un unico compito: giocare da Napoli!

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più