Video. Schiavone a Saviano: “Siamo morti io e te… Non sarai mai al sicuro”

Saviano

Tu tieni una condanna a morte. Siamo morti io e te, perché non ci possiamo fidare di nessuno, io non mi fido nemmeno di mia moglie“. Queste furono le parole del pentito Carmine Schiavone quando nell’estate del 2009 venne incontrato dallo scrittore Roberto Saviano per una trasmissione su Current tv, “Saviano racconta Saviano”.

La Repubblica.it ha diffuso il video dello scrittore in cui è possibile ascoltare quella registrazione di sei anni fa. Terribili le parole del pentito che fece parte del clan dei casalesi e che ne ha svelato gli affari sporchi, riuscendo a far condannare gli stessi fino al terzo grado di accusa.

Quando cadi nel dimenticatoio sei un uomo morto. – affermò Schiavone – Tu che pensi che ti risparmino? Tu stai nella barca come me. Ma questo te l’ho già detto. Nel momento in cui cacciasti il libro sul palco a Casale io chiamai e dissi: fate attenzione lo uccideranno. Non lo fate andare più a Casale perché hanno armi che possono colpirlo“, continuò il pentito.

Parole da far gelare il sangue, ma purtroppo molto realistiche che affermavano il pericolo in cui versava lo scrittore: “Tu non potrai mai più sentirti al sicuro, anche dieci anni dopo la pubblicazione di ‘Gomorra“. Roberto Saviano che dall’uscita del suo libro vive sotto scorta, infatti, accese i riflettori sulla Camorra, rivelò cose che non si dovevano conoscere e riuscì ad aprire le coscienze e le menti anche della gente comune.

Potrebbe anche interessarti