Video. Lo chef napoletano, Antonino Cannavacciuolo, dice no al razzismo!

Antonino Cannavacciuolo

Il razzismo è purtroppo uno di quei temi orribili che continua a ripetersi costantemente ancora oggi nel 2015, c’è negli stadi, nelle scuole, per strada, ogni posto è quello giusto per mettere in atto scene di intolleranza nei confronti di individui diversi dagli standard che per qualcuno sono quelli “giusti”.

Fortunatamente se da una parte ci sono persone intolleranti verso altri individui o popoli, dall’altra c’è chi prova a fermare questo fenomeno in ascesa, con la speranza di mettere fine all’odio ingiustificato. Questo è quello che un gruppo di liceali di Modena, prova a fare utilizzando i loro mezzi più efficienti, la comunicazione moderna attraverso un video di protesta su youtube.

Il gruppo di giovani liceali è denominato Agape, e si occupa di tutte quelle battaglie contro ogni sorta di discriminazione, come i temi già affrontati in difesa dell’omofobia, dell‘autismo, e quello del razzismo dove hanno avuto la fortuna di collaborare con due grandi chef quali Antonino Cannavacciuolo e Massimo Bottura, che hanno voluto dare il proprio contributo per dire stop al razzismo.

“Essere razzista significa essere ignorante, significa pensare che diverso sia peggiore”. Con queste parole il napoletano Antonino Cannavacciuolo, colpisce il web, invitando tutti a riflettere prima di lasciarsi andare a stupidi pensieri che denigrano inutilmente una persona solo per la sua diversità.

A fare da eco all’iniziativa, oltre ai due chef, anche altri volti noti della rete, che insieme hanno contribuito a lottare contro una delle violenze più diffuse: il razzismo!

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=MoHP51Vc2y0[/youtube]

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più