Kirill Sudnik, il russo innamorato della maglia azzurra

Tifosi azzurri

L‘Italia è da sempre riconosciuta come un paese che vive di calcio. Tante volte si dice che gli italiani si applicano più per difendere la propria squadra che i propri diritti ed in parte è vero. Per il calcio si scende in piazza, per il calcio si soffre, si lotta, si gioisce, per il calcio si passano le notti a sperare nel risultato giusto, e questo perchè l’Italia vanta molte tifoserie passionali. Quello che agli occhi di tutti risulta come una storia d’amore, è il legame tra i tifosi azzurri e il Napoli, una sorta di filo che unisce indissolubilmente le due parti.

Questo amore così grande, quello dei partenopei, è arrivato a contagiare chi da Napoli è lontano più di tremila chilometri. Si chiama Kirill Sudnik, il tifoso azzurro di origine russa, abitante di Smolensk. Appassionato della serie A e grande estimatore di Fabio Cannavaro, Kirill Sudnik inizia a seguire il Napoli quando Paolo Cannavaro approda in serie B proprio nella squadra azzurra.

“Ho sempre amato la serie A” racconta Kirill, “il mio calciatore preferito è Fabio Cannavaro, di cui ho seguito tutta la carriera. Nel 2006 poi, dopo aver visto il passaggio di Paolo Cannavaro in azzurro in serie B, ho iniziato a seguire costantemente le vicende Napoli. Spinto dal grande amore che provo per la squadra azzurra ho ideato nel 2009 un sito web per i tifosi russi del Napoli che desideravano avere informazioni aggiornate degli avvenimenti del club”. Parole di stima, di amore, riportate da diversi siti, quelle che  Kirill Sudnik usa per dichiararsi apertamente ai fratelli napoletani, a cui lancia un messaggio forte a nome suo e di tutti i tifosi russi appassionati del Napoli, che il 19 Marzo saranno presenti allo stadio per sostenere la squadra di Benitez.

Kirill Sudnik racconta anche di non essere mai stato allo Stadio San Paolo e allora il minimo che si possa fare per un fratello partenopeo così lontano ma innamorato della maglia azzurra, è invitarlo a Napoli, per supportare insieme i campioni azzurri.

Kirill Sundik

Potrebbe anche interessarti