Uffici comunali invasi dai topi: succede nel napoletano

topi

Maria UccelloCoordinatore provinciale Cisl Fp Area Metropolitana Napoli, denuncia la critica e disastrosa situazione in cui versano gli uffici comunali di Portici. Non solo è stata riscontrata all’interno di essi  la presenza di numerosi topi, ma l’intera sede risulta essere inagibile e quindi pericolosa per tutti coloro che vi lavorano.

Ormai è da mesi che la Cisl ha segnalato all’Amministrazione del Comune di Portici le problematiche strutturali, causa mancata o cattiva manutenzione degli uffici comunali di Via Campitelli e delle altre sedi distaccate sul territorio. Purtroppo, però, si è dovuta registrare la mancanza di risposte, o addirittura la presenza di risposte evasive, che tendono solo ad allungare i tempi di intervento con conseguente pericolo per chiunque frequenta giornalmente quegli uffici.

Basti pensare che il Comando di Polizia Municipale durante le giornate di pioggia viene chiuso all’accesso al pubblico in quanto l’acqua piovana allaga gli uffici tanto da andare a coprire completamente il pavimento fino ad arrivare all’altezza dei fili elettrici, costringendo più volte il personale a staccare le spine e coprire con mezzi di fortuna computer, stampanti e tutte le altre attrezzature.

 La chiusura, però, interessa solo il pubblico, mentre i dipendenti continuano a prestare servizio in condizioni di estrema precarietà ed in contrasto con il loro diritto garantito alla salute e alla sicurezza sui luoghi di lavoro.

 Con le piogge, inoltre, si è verificata la caduta di quasi tutti i pannelli di controsoffittatura degli uffici ultimo piano per pura fortuna senza lesioni per alcuno, ma con la conseguente presenza, spesso, di fili di corrente elettrica che pendono dal soffitto sulle postazioni dei lavoratori.

 Nell’ultimo periodo poi sono giunte continue e allarmanti segnalazioni della presenza di ratti e relativi escrementi negli Uffici di Via Campitelli, nel Comando della Polizia Municipale, nella sede della Protezione Civile.

 Abbiamo chiesto l’intervento del Dipartimento di prevenzione dell’Asl e dell’Ispettorato del Lavoro, perché siamo seriamente preoccupati per l’integrità fisica e la salute dei dipendenti, ma anche dei cittadini che frequentano quegli uffici.

Potrebbe anche interessarti